Crollo Galleria Umberto, Salvatore è clinicamente morto. Stasera a Marano la fiaccolata di preghiera

Crollo Galleria Umberto, Salvatore è clinicamente morto. Stasera a Marano la fiaccolata di preghiera

La fiaccolata partirà alle 21 da via Adige e attraverserà tutto il centro cittadino NAPOLI – Salvatore Giordano, il ragazzo 14enne di


La fiaccolata partirà alle 21 da via Adige e attraverserà tutto il centro cittadino

NAPOLI – Salvatore Giordano, il ragazzo 14enne di Marano travolto dai calcinacci della Galleria Umberto di Napoli sabato scorso e ricoverato al Loreto Mare di Via Marina, è clinicamente morto. A dichiararlo tramite un comunicato diramato in questi minuti la dirigenza dell’ospedale partenopeo.

A quanto pare nel corpo di Salvatore non c’è più traccia di attività cerebrale. Il ragazzo è tenuto in vita solo dalla ventilazione artificiale. Le sue condizioni erano apparse disperate già nella giornata di ieri, quando i medici avevano riscontrato nel 14enne una serie di attacchi ischemici.

Ora Salvatore resterà sotto osservazione per 6 ore. Qualora dovesse trovare conferma la morte cerebrale, si aprono due scenari: l’espianto e la donazione degli organi, se la famiglia dà il proprio consenso; oppure lo stop a tutte le procedure medico-sanitarie che tengono in vita meccanicamente il ragazzo. Intanto, i genitori di Salvatore hanno nominato il proprio legale, l’avvocato Angelo Pisani, che curerà gli interessi della famiglia nel giudizio instaurato contro il Comune di Napoli.

Nonostante le condizioni disperate del ragazzo, c’è chi ancora spera e prega in un miracolo. I genitori dei compagni di classe di Salvatore hanno organizzato per stasera, in collaborazione con la parrocchia dello Spirito Santo, una fiaccolata di preghiera. L’appuntamento è alle 21 in via Adige, nei pressi dell’abitazione della famiglia Giordano. Da lì il corteo proseguirà per corso Mediterraneo, corso Umberto, via Merolla e si chiuderà a piazza della Pace. Alla fiaccolata sarà presente anche il primo cittadino Angelo Liccardo.