Giulia Menna muore a 15 anni. Gli amici su Facebook: “Dimenticarti è impossibile”

Giulia Menna muore a 15 anni. Gli amici su Facebook: “Dimenticarti è impossibile”

Dopo Salvatore Giordano, Marano piange un’altra giovane vittima. Strazio e disperazione fra i compagni di scuola MARANO – La comunità di Marano, ancora


Dopo Salvatore Giordano, Marano piange un’altra giovane vittima. Strazio e disperazione fra i compagni di scuola

MARANO – La comunità di Marano, ancora sotto shock per la scomparsa di Salvatore Giordano, piange la morte di un’altra giovane ragazza: Giulia Menna, 15 anni, travolta da un’auto ieri sera in piazza Arafat mentre con alcuni amici era seduta ai tavoli di un fast food (leggi l’articolo: Tragedia a Marano, 17enne travolta da un’auto ).

Giulia, invece, non ce l’ha fatta: è morta qualche minuto dopo il suo arrivo in ospedale. Quella di ieri sera doveva essere una tranquilla serata con gli amici, una delle tante trascorse a bighellonare, approfittando del caldo estivo e della fine dell’anno scolastico. Poi, in una frazione di secondo, la tragedia. Giulia, 15 anni appena compiuti, era una ragazza come tante: amava la danza, i tacchi alti, la moda, la musica. Tra i suoi artisti preferiti c’era Rocco Hunt, che era anche riuscita ad incontrare durante un concerto. Ma ciò che amava di più, Giulia, era la vita: “La vita è bella – ha scritto in uno dei suoi ultimi post su facebook – ma la bella vita lo è di più!”.

Le amiche la descrivono come una ragazza allegra, solare, piena di vita, sempre pronta ad aiutare chi era in difficoltà. “Non potrò mai dimenticare il tuo sorriso – scrive Manuela su facebook – Eri un’amica stupenda, dimenticarti è impossibile”. In tanti la descrivono e la ricordano come una ragazza simpatica, socievole e anche con un pizzico di follia, quella stessa follia tipica di chi ha 15 anni e si sente padrone del mondo. Giulia doveva sentirsi così, negli attimi prima di essere travolta da quella maledetta auto: contenta, serena, spensierata, felice di aver finito la scuola, felice di poter stare con gli amici, felice per i sogni, i progetti, le speranze di una vita ancora tutta da vivere.

La morte improvvisa della giovane 15 enne ha completamente sconvolto la comunità di Marano, già in lutto per le tragiche circostanze in cui è morto Salvatore Giordano. “Non è possibile morire a questa età – scrive Maria sui social networks – Non esiste più un luogo sicuro: non si controllano edifici, scuole, non esiste vigilianza per le strade. Ora basta”. La morte di Giulia è l’ennesimo colpo al cuore, insomma, per una città già spezzata dalla prematura scomparsa di altri due figli.