Imposta per la tassa e la bonifica del Volturno: l’assurda richiesta per la manutenzione e la difesa idraulica

Imposta per la tassa e la bonifica del Volturno: l’assurda richiesta per la manutenzione e la difesa idraulica

I temporali che si sono abbattuti sulle strade giuglianesi hanno mostrato l’inefficienza degli impianti igienico-sanitari GIUGLIANO – Molti cittadini giuglianesi, soprattutto della fascia


I temporali che si sono abbattuti sulle strade giuglianesi hanno mostrato l’inefficienza degli impianti igienico-sanitari

GIUGLIANO – Molti cittadini giuglianesi, soprattutto della fascia costiera –Lago Patria, Varcaturo, Licola- hanno ricevuto una raccomandata con una richiesta di pagamento alquanto assurda. La missiva, inviata dal Consorzio Bonifica del Volturno ha come oggetto il Pagamento Tasse per la bonifica e la pulizia.

Perché i residenti dovrebbero pagare un’imposta per la manutenzione dei canali e degli alvei se in realtà lo stato attuale degli stessi è in pietose condizioni? E soprattutto perché anche chi non beneficia dell’ipotetico servizio sarebbe tenuto a sborsare denaro per la tutela ambientale e la difesa idraulica, con un aumento del 200% su una tassa già normalmente esosa? I cittadini pare non traggano alcun vantaggio da queste presunte opere di bonifica. Inoltre la situazione idrogeologica del Comune di Giugliano è mutata negli anni e andrebbe rivista.

I temporali che si sono abbattuti sulle strade giuglianesi hanno mostrato maggiormente l’inefficienza degli impianti igienico-sanitari. I canali hanno ospitato veri e propri fiumi che scorrevano copiosi con tanto di sacchetti galleggianti. Fognature inadatte a sostenere abbondanti piogge. Strade allagate e pericolose hanno palesato tutto il degrado di una zona abbandonata.

L’Associazione “La Città Possibile Giugliano” lo scorso 22 luglio ha inviato un’istanza protocollata al Comune di Giugliano, indirizzata alla Commissione Straordinaria, al fine di “Rideterminare le aree che effettivamente beneficiano delle opere di bonifica del Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno”. Si richiede all’Amministrazione comunale di intervenire in favore dei cittadini presso la Giunta Regionale, in quanto è da essa che è determinato il perimetro di contribuenza. L’istanza è stata inviata dunque anche ad assessori e consiglieri regionali.richiesta bonifica volturno richiesta