Incastrata dal tatuaggio, donna 32enne di Giugliano mise a segno due rapine in Toscana

Incastrata dal tatuaggio, donna 32enne di Giugliano mise a segno due rapine in Toscana

Gli investigatori sono risaliti a lei grazie alle immagini di videosorveglianza. Partecipò a due colpi nell’agosto di un anno fa GIUGLIANO –


Gli investigatori sono risaliti a lei grazie alle immagini di videosorveglianza. Partecipò a due colpi nell’agosto di un anno fa

GIUGLIANO – La rapina si tinge di rosa. Il criminale che infatti mise a segno due colpi, il 6 agosto del 2013 alla filiale del Banco Popolare di Larciano e il 26 agosto sempre dell’anno scorso alla filiale della “Cassa di risparmio di Pistoia e della Lucchesia” di Pieve a Nievole, è una 32enne di Giugliano.  A incastrarla il tatuaggio che porta su una mano ripreso dalle telecamere di videosorveglianza.

I Carabinieri del Reparto operativo nucleo investigativo di Pistoia – nell’ambito delle indagini che avevano già portato all’arresto di tre persone ed alla denuncia di altre 15 (già arrestate in flagranza di una rapina avvenuta in Lombardia) ritenute a vario titolo responsabili di una serie di rapine sul territorio toscano, sono arrivati a Giugliano dove, coadiuvati dai carabinieri del posto, hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso nei confronti di una trentaduenne giuglianese ritenuta complice della banda che fece la rapina.

Alla sua individuazione si è arrivati attraverso le testimonianze raccolte e da alcuni fotogrammi estrapolati dai filmati dei sistemi di videosorveglianza che hanno consentito di individuare il tatuaggio che riportava tra le dita di una mano.

Alla trentaduenne i carabinieri sono arrivati monitorando le frequentazione dell’altra donna già arrestata insieme ad altri due complici. Quest’ultima era stata anch’essa tradita da un tatuaggio riportato su un braccio. Si tratta dell’attrice che, in una scena tratta dal film Gomorra, ispirato all’omonimo romanzo di Roberto Saviano, recita la parte della sposa.