Morte di Salvatore Giordano, arrivano 45 avvisi di garanzia

Morte di Salvatore Giordano, arrivano 45 avvisi di garanzia

I destinatari sono funzionari e tecnici del Comune. Non si conosce l’identità. Intanto l’autopsia sul corpo del ragazzo slitta a lunedì prossimo


I destinatari sono funzionari e tecnici del Comune. Non si conosce l’identità. Intanto l’autopsia sul corpo del ragazzo slitta a lunedì prossimo

NAPOLI – Salgono a 45 gli avvisi di garanzia emessi dalla Procura di Napoli nell’ambito delle indagini per la morte di Salvatore Giordano, il 14enne morto a seguito del crollo di una parte del frontone d’ingresso della Galleria Umberto I. I reati contestati sono di omicidio colposo e crollo colposo.

Non si conosce l’identità degli indagati. Ma è certo che i destinatari degli avvisi sono funzionari tecnici del Comune, amministratori e proprietari dei locali dell’ala della Galleria interessata al crollo. I provvedimenti recano la firma del procuratore aggiunto Luigi Frunzio e dei pm Stefania di Dona e Lucio Giugliano.

Gli avvisi di garanzia sono atti dovuti e consentono alla difesa di nominare periti di fiducia nell’ambito del compimento di atti irripetibili come l’autopsia del corpo di Salvatore. L’esame sulla salma del ragazzo è tra l’altro slittata a lunedì. Le esequie si terranno quindi con molta probabilità nella giornata di martedì.