Napoli, da tre giorni sulla gru. Sole e pioggia non fermano i disperati del Cub

Napoli, da tre giorni sulla gru. Sole e pioggia non fermano i disperati del Cub

Continua la protesta dei dipendenti del consorzio di bacino che non prendono lo stipendio da 21 mesi. Presidio fisso a Piazza Municipio


Continua la protesta dei dipendenti del consorzio di bacino che non prendono lo stipendio da 21 mesi. Presidio fisso a Piazza Municipio

NAPOLI – Da tre giorni i due dipendenti del Cub sono sulla gru di Piazza Municipio a Napoli, decisi a non lasciare la postazione di protesta. Sostenuti da una decina di compagni di lavoro che sostano nel cantiere antistante la metropolitana, esposti alle intemperie e al caldo, i due uomini attendono imperterriti di interloquire con qualcuno che possa dar loro risposte certe.

A oltre venti metri da terra i due ex dipendenti del Consorzio Unico di Bacino Napoli-Caserta hanno esposto uno striscione con su scritto “Desperados”. Reclamano contro il mancato pagamento di stipendio da 21 mesi.

Vari comuni della provincia di Napoli e di Caserta risulterebbero debitori del Cub per alcune centinaia di migliaia di euro. Soldi che servirebbero a coprire le retribuzioni. I lavoratori vorrebbero ricevere almeno le ultime mensilità per sostenere le spese familiari. Su un altro striscione si legge: “Ci vergogniamo di tornare a casa”.