Su Corso Italia a 30 all’ora, ordinanza per arginare i pericoli della strada villaricchese

Su Corso Italia a 30 all’ora, ordinanza per arginare i pericoli della strada villaricchese

Troppi incidenti mortali in quella zona, verranno anche installati nuovi dissuasori VILLARICCA – E’ una delle strade più pericolose del comprensorio. Diverse


Troppi incidenti mortali in quella zona, verranno anche installati nuovi dissuasori

VILLARICCA – E’ una delle strade più pericolose del comprensorio. Diverse le morti che ne hanno decretato il triste primato. In quest’ottica è stata varata l’ordinanza del limite di velocità fissata sui 30 chilometri all’ora su Corso Italia, parallelamente saranno installati nuovi dissuasori per le alte velocità. In queste ultime settimane tiene banco la vicenda dei numerosi verbali elevati con autovelox.

Molti gli incidenti avvenuti tra la circumvallazione e Corso Italia. Nel 2012 c’è stato il tragico impatto di Maria Fiorentino, ragazza di 22 anni scomparsa a seguito di uno scontro frontale tra due auto. Un anno dopo la triste sorte era toccata al 22enne Pasquale D’Alterio, che perse il controllo della sua Honda SH e si andò a schiantare. E poi Carlo Cepparulo, spirato lo scorso dicembre all’età di 21 anni a causa di una caduta dal motorino. Ed infine il giovanissimo Davide De Rosa, 17 anni, una vita spezzata dall’impatto tra il suo scooter ed una Fiat Stilo.