Tornano le guardie ambientali sul territorio di Melito. L’ obiettivo è prevenire il deposito fuori orario dei rifiuti

Tornano le guardie ambientali sul territorio di Melito. L’ obiettivo è prevenire il deposito fuori orario dei rifiuti

I volontari delle associazioni Co.Ni.Ta. e Dea sono già attivi da alcuni giorni. Diverse le zone da monitorare MELITO – Rinnovata, per


I volontari delle associazioni Co.Ni.Ta. e Dea sono già attivi da alcuni giorni. Diverse le zone da monitorare

MELITO – Rinnovata, per 3 mesi, la convenzione tra il Comune di Melito e le associazioni di volontariato Dea e Co.Ni.Ta. per meglio presidiare il territorio dal punto di vista ambientale. Già da qualche giorno le guardie ambientali stanno presidiando il territorio per cercare di prevenire e scongiurare il deposito fuori orario dei sacchetti che vede protagonisti diversi cittadini, anche dei Comunni limitrofi.

«Non è stato possibile stipulare – afferma il vicesindaco con delega all’ambiente Marina Mastropasqua – una convenzione più lunga rispetto ai tre mesi perché ancora oggi il nostro Comune sta lavorando, come si dice in gergo tecnico, “in dodicesimi’’, con possibilità di manovre economiche limitate. Questo perché non è ancora approvato il bilancio di previsione 2014» che l’Ente sarà chiamato a redigere e far passare entro il prossimo 30 settembre.

Per le guardie ambientali, sostanzialmente dei volontari, ci saranno, come in passato, piccoli e sporadici rimborsi spese. Diverse le zone di Melito dove permangono discariche a cielo aperto. Dalla parte di corso Europa nei pressi della Circumvallazione esterna a quella che si snoda in via Colonne, dall’inizio di via Roma a poca distanza dal confine con Scampia a via Signorelli, sono diverse arterie dove in passato, proprio le guardie ambientali, con l’ausilio anche delle forze dell’ordine in borghese, hanno elevato un grosso numero di multe ai contravventori.