Apre il quinto ecocompattatore al Corso Campano. Sconti sulla spesa per chi ricicla

Apre il quinto ecocompattatore al Corso Campano. Sconti sulla spesa per chi ricicla

Quasi 40 mila conferimenti per 1500 kg di rifiuti raccolti GIUGLIANO –  Un grande successo per gli eco compattatori Garby a Giugliano:


Quasi 40 mila conferimenti per 1500 kg di rifiuti raccolti

GIUGLIANO –  Un grande successo per gli eco compattatori Garby a Giugliano: quasi 40.000 conferimenti per 1500 Kg di rifiuti in pochi mesi. L’iniziativa ha avuto una risposta così positiva che domani verrà inaugurato il quinto ecopoint di Giugliano. L’inaugurazione questa volta vede protagonista il Decò – Meta Group srl di Corso Campano. I cittadini di questo comune ormai hanno già visto come un’iniziativa del genere sia utile non solo all’ambiente ma anche alle proprie tasche. Risparmiare sulla spesa grazie a quelli che comunemente chiamiamo “rifiuti” è la strada giusta, strada da percorrere per un mondo sempre più green. In questo caso lo sconto è di 5 centesimi per ogni conferimento.

Anche il semplice utilizzo di queste nuove tecnologie ormai è noto: si raccolgono bottiglie di plastica e lattine, s’introducono nelle apposite bocche dell’eco-compattatore, si schiaccia un bottone al termine dei conferimenti ed ecco che viene subito stampato lo scontrino che diventa un buono per la spesa. La riduzione fino all’80% del volume dei rifiuti e l’accorciamento della filiera di trasporto offrono ulteriori vantaggi all’ambiente e all’emissione di CO2 nell’aria che viene così ridotta.

 “Il successo ottenuto dalle installazioni precedenti – spiega il concessionario Garby, Cecere Crescenzo di ECOCE – ha dimostrato come queste nuove tecnologie green siano fondamentali per rispettare l’ambiente traendone anche un beneficio economico. Incentivare la raccolta differenziata riduce il rischio che molti rifiuti riciclabili vadano perduti nelle discariche o, ancor peggio, sulle nostre strade dove ultimamente in queste zone si stanno verificando fenomeni che hanno attribuito la denominazione Terra dei Fuochi. Ma è proprio utilizzando anche sistemi come questi che si può ripartire e sperare in un futuro migliore.”