Costringeva le dipendenti a rapporti sessuali. Arrestato direttore di centro commerciale

Costringeva le dipendenti a rapporti sessuali. Arrestato direttore di centro commerciale

Le violenze nella direzione del mega store. L’uomo è un 52enne di Giugliano. L’accusa è di violenza sessuale nei confronti di tre


Le violenze nella direzione del mega store. L’uomo è un 52enne di Giugliano. L’accusa è di violenza sessuale nei confronti di tre ragazze, una delle quali era riuscita a farla franca

 

POZZUOLI – Una storia squallida, fatta di abusi e violenze sessuali da parte del direttore della filiale di un centro commerciale. Un incubo per due giovani lavoratrici, rinchiuse in un ufficio e costrette ad avere rapporti sessuali con l’uomo che forte della sua autorità vessava le vittime. Una storia andati avanti per almeno quattro mesi e a cui è stata messa la parola fine dai carabinieri della stazione di Licola che hanno arrestato un 52enne di Giugliano. L’uomo, imprenditore e responsabile della filiale puteolana di una catena di centri commerciali e mega-store, è stato arrestato dai militari intorno alle 18.30 di lunedì in seguito a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli per il reato di violenza sessuale. Una rete di abusi e violenze in cui erano finite tre donne, una delle quali era riuscita a farla franca.

4 MESI DI ABUSI – Infatti, oltre agli abusi sessuali nei confronti delle due ragazze, a carico dell’imprenditore c’è anche una tentata violenza sessuale nei confronti di un’ altra dipendente del medesimo mega-store. In particolare il provvedimento restrittivo emesso dalla Procura di Napoli scaturisce da indagini condotte dai militari che hanno consentito di documentare episodi di violenza sessuale consumati da aprile a luglio 2014 nei confronti di due giovani dipendenti del centro e una tentata violenza sessuale nei confronti di altra dipendente, tutte avvenute all’interno della filiale di Pozzuoli.

LE VIOLENZE – Era sempre lo stesso il modus operandi adottato dall’uomo: dopo aver adescato le vittime nel proprio ufficio con abuso di autorità, chiudeva la porta e le costringeva con violenza a consumare rapporti sessuali. L’uomo approfittava del suo ruolo di direttore per intimorire e poi costringere le donne ad esaudire i suoi desideri sessuali. Violenze fisiche e psicologiche per le vittime. Una storia che si protraeva da tempo, un incubo col quale erano costrette a convivere le lavoratrici. Poi l’input degli investigatori che in poco tempo sono riusciti a ricostruire e documentare quanto accadeva nelle stanze di quel mega-store liberando le giovani da un incubo. Il 52enne imprenditore dopo l’arresto è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

Fonte: Cronaca Flegrea