In vacanza a Cesenatico con moglie, figli e… cocaina. Arrestato uomo di Giugliano

In vacanza a Cesenatico con moglie, figli e… cocaina. Arrestato uomo di Giugliano

Due famiglie a bordo di una Hyundai i10 hanno destato i sospetti dei Carabinieri. Dopo un controllo, è stato scoperto un pacco


Due famiglie a bordo di una Hyundai i10 hanno destato i sospetti dei Carabinieri. Dopo un controllo, è stato scoperto un pacco di droga da 30mila euro

CESENATICO – Un’utilitaria strapiena di valigie e buste. Baule e portapacchi colmi fino all’inverosile. Una Hyundai i10 che non è passata inosservata anche perché su di essa viaggiavano sei persone. Due famiglie, per la precisione: mariti, mogli e i due rispettivi figli. Scena d’altri tempi, se non fosse che a bordo dell’auto viaggiavano anche 180 grammi di cocaina. A rovinare così le vacanze a Giuseppe Longo di Giugliano, 35 anni, e a Gennaro Esposito, 36 anni, di Pomigliano D’Arco, entrambi finiti in manette, i Carabinieri della Compagnia di Forlì.

I militari dell’Arma, insospettiti dall’auto caricata oltremodo, hanno fermato le due famiglie per un controllo nei pressi di Valverde, in provincia di Forlì. Pur dichiarando di essere diretti in vacanza, i due fermati non hanno però sciolto i dubbi dei Militari. A destare i maggiori sospetti Gennaro Esposito, già noto alle forze dell’ordine per precedenti di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti.

Così, trasportata l’auto alla stazione dei Carabinieri di Cesenatico, gli agenti hanno condotto una perquisizione più accurata che ha portato al rinvenimento all’interno dell’auto di un pacco di cocaina di 180 grammi dal valore di 30mila euro. Il pacco era stato nascosto sotto il sedile posteriore della vettura ed era stato imbevuto d’olio per eludere eventuali controlli di cani anti-droga.

La cocaina era proprabilmente destinata a essere smerciata a Valverde, località dove le due famiglie avevano preso in affitto una casa. Dopo la scoperta, Gennaro Esposito e Giuseppe Longo sono stati subito arrestati e condotti al carcere di Forlì. L’arresto è stato convalidato dal Gip. I due saranno giudicati con rito direttissimo per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Le mogli e i figli invece sono stati rilasciati, in quanto non è emerso nulla a loro carico.