Violenta rapina a Pozzuoli, Confcommercio chiede l’intervento del Prefetto

Violenta rapina a Pozzuoli, Confcommercio chiede l’intervento del Prefetto

La vittima, gioielliere e Presidente dell’Ascom, fu malmenato e costretto al ricovero. I due rapinatori giuglianesi furono linciati dalla folla NAPOLI –


La vittima, gioielliere e Presidente dell’Ascom, fu malmenato e costretto al ricovero. I due rapinatori giuglianesi furono linciati dalla folla

NAPOLI – Confcommerico fa appello al Prefetto dopo l’ennesima rapina di venerdì scorso che poteva sfociare in tragedia, quando il gioielliere Vincenzo Addati, Presidente dell’Ascom di Pozzuoli, fu malmenato dai rapinatori e costretto al ricovero in Ospedale. I malviventi poi furono linciati dalla folla. LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO 

“Chiediamo da tempo un’azione di monitoraggio più incisiva contro la criminalità in tutta la provincia di Napoli. Le forze dell’ordine svolgono un ottimo lavoro, nei limiti delle loro possibilità, ma è necessario supportarle e creare le condizioni per farle operare al meglio, facendo affidamento anche sulla videosorveglianza. Rivolgiamo un nuovo appello al Prefetto di Napoli per attivare una maggiore presenza di uomini in divisa sul territorio”.

Lo ha detto Pietro Russo, presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Napoli dopo l’ennesimo atto di delinquenza ai danni del presidente dell’Ascom di Pozzuoli, vittima di una violenta rapina nella sua gioielleria, ieri pomeriggio ed a cui è stata espressa la solidarietà dei commercianti partenopei per la vile aggressione subita.

“Allo stesso tempo – spiega Russo – è fondamentale che ci sia una maggiore certezza della pena, affinché chi delinque sappia di non poterlo fare nella totale impunità. A fare le spese di questa situazione sono i cittadini onesti e l’economia sana della città, già scottata dalla crisi”.