Ebola a Giugliano, rientrato l’allarme dal Cotugno: “Si tratta di malaria”

Ebola a Giugliano, rientrato l’allarme dal Cotugno: “Si tratta di malaria”

A renderlo noto un comunicato ufficiale del nosocomio partenopeo che smentisce i due casi sospetti registrati nella giornata di ieri NAPOLI –


A renderlo noto un comunicato ufficiale del nosocomio partenopeo che smentisce i due casi sospetti registrati nella giornata di ieri

NAPOLI – Rientrato per fortuna l’allarme ebola a Napoli Nord. I due extracomunitari ricoverati nella giornata di sabato all’ospedale “La Schiana” di Pozzuoli e trasferiti d’urgenza al Cotugno perché sospettati di aver contratto l’ebola sono affetti da semplice malaria. A renderlo noto il direttore del reparto emergenze del Cotugno di Napoli, Francesco Faella, secondo il quale, come si legge nel comunicato ufficiale, “si esclude qualsiasi altro tipo di patologia infettiva”.

Nessun pericolo dunque per i cittadini della provincia partenopea. La psicosi era scoppiata nella notte di domenica, quando due africani originari del Burkina Faso, un 45enne e un 13enne, entrambi residenti a Licola, erano stati portati al Pronto Soccorso del nosocomio puteolano denunciando sintomi gravi come diarrea e febbra alta (LEGGI). A quanto pare i due extracomunitari avrebbero contratto la malaria in un recente viaggio nel loro paese d’origine.