Giugliano, gli gettano l’acido sulle gambe. Bimbo di 8 anni con ustioni di primo grado

Giugliano, gli gettano l’acido sulle gambe. Bimbo di 8 anni con ustioni di primo grado

La giovane vittima stava salendo sull’automobile della mamma quando ha avvertito uno strano bruciore sul corpo. Immediato il trasporto al Moscati di


La giovane vittima stava salendo sull’automobile della mamma quando ha avvertito uno strano bruciore sul corpo. Immediato il trasporto al Moscati di Aversa. Ignoto il movente

GIUGLIANO – Forse una bravata. Forse una vendetta personale ai danni dei genitori. Fatto sta che l’atto criminale consumato ieri pomeriggio alle 17 in Via Vicinale Sanfelice,  stradina laterale di Via Oasi Sacro Cuore, ha rischiato di ferire gravemente un bimbo di 8 anni. Stefano, questo il suo nome, era intento a salire nell’auto della mamma, una Lancia Fedra, in sosta sotto casa del cuginetto, quando è stato colpito da una sostanza acida.

“Mamma mi sento bruciare alle gambe”, ha gridato il bambino. Dopo aver riscontrato delle strane bruciature sul corpo del figlio, la donna ha condotto il bimbo nell’abitazione della sorella per applicare le prime medicazioni. Ma all’acuirsi del dolore il bimbo è stato trasportato dai genitori all’Ospedale Moscati di Aversa, dove i medici del pronto soccorso hanno diagnosticato ustioni da sostanze chimiche di primo grado sulla mano e sulle gambe.

Ignote le ragioni del gesto. Il padre del bimbo, Cosimo Russo, che ha pubblicato le foto delle ustioni sul suo profilo Facebook, assicura che non ci sono ragioni per credere che si tratti di un incidente. Al momento dell’accaduto la strada infatti era deserta e non stavano transitando mezzi carichi di rifiuti tossici o sostanze speciali. L’ipotesi più credibile è che qualcuno dai balconi circostanti abbia lanciato una fiala o un contenitore contenente la sostanza ustionante. Tracce dell’acido sono state riscontrate e fotografate anche sulla portiera dell’automobile e sull’asfalto.

Intanto, dopo l’incidente, i genitori della piccola vittima hanno allertato le forze dell’ordine. La Polizia di Stato è stata informata dello strano episodio e a breve sarà sporta una denuncia da cui potrebbero partire le indagini della magistratura.

FOTOGALLERY: