Giugliano, licenziamenti Geset. A rischio 12 posti di lavoro

Giugliano, licenziamenti Geset. A rischio 12 posti di lavoro

Estinto il rapporto tra il Comune e la ditta di servizi. Il Comitato Acqua Pubblica – Bene Comune denuncia i rischi per


Estinto il rapporto tra il Comune e la ditta di servizi. Il Comitato Acqua Pubblica – Bene Comune denuncia i rischi per i diritti dei lavoratori

GIUGLIANO – L’estinzione del rapporto tra il Comune di Giugliano e la Geset, quest’ultima azienda per il servizio esternalizzato della bollettazione dei consumi idrici, mette a rischio 12 unità lavorative per il loro licenziamento. Il comitato denuncia che tali rapporti basati su contratti privatistici seppure di solo attività esternalizzate, costituiscono l’essenza della fragilità della posizione dei lavoratori che sono i primi a subire le conseguenze di ogni processo di riconfigurazione dei servizi.

Ed è per questo che il comitato, nell’ambito della battaglia più in generale per la ripublicizzazione del servizio idrico, così come espresso dalla volontà popolare attraverso il referndum del giugno 2011, si batte per l’integrazione del servizio della nostra città in una società di diritto pubblico, che facendo capo all’ABC del comune di Napoli abbracci tutte le realtà territoriali a nord di Napoli.

In tale contesto i diritti dei lavoratori oltre a quelli più in generale dei cittadini andrebbero sicuramente più organicamente tutelati. In ogni caso, stante alla situazione venutasi a creare e al processo che ne coseguirà per la ristrutturazione del servizio, il comitato, condanna la pratica dei licenziamenti dei lavoratori. E indica che ogni posto di lavoro deve essere salvaguardato.

Comunicato Stampa