Marano, Consiglio comunale lampo: approvato il piano per il riequilibrio del debito

Marano, Consiglio comunale lampo: approvato il piano per il riequilibrio del debito

L’assessore Longoni: “Provvedimento traumatico, ma necessario. Richiederà molti sacrifici ai cittadini nei prossimi tre anni” MARANO – Consiglio comunale, approvato il piano


L’assessore Longoni: “Provvedimento traumatico, ma necessario. Richiederà molti sacrifici ai cittadini nei prossimi tre anni”

MARANO – Consiglio comunale, approvato il piano di indirizzo per il riequilibrio finanziario pluriennale. Sono bastati esattamente 40 minuti alla maggioranza targata Liccardo – l’opposizione era nuovamente assente dall’aula – per discutere e votare quello che dalla stampa locale è ormai definito il “Salva Marano”.

Il provvedimento prevede tutta una serie di misure di risanamento, finalizzate a riequilibrare il disavanzo di amministrazione (16 milioni di euro circa) nell’arco dei prossimi 10 anni. “Per allontanare il pericolo del dissesto finanziario – ha spiegato l’assessore al bilancio, Paolo Longoni – è necessaria una procedura netta e traumatica. Questa scelta richiederà molti sacrifici ai cittadini, soprattutto nei prossimi 3 anni”. Il piano di indirizzo per il riequilibrio del debito dovrà essere spedito entro 5 giorni al Ministero dell’Economia e Finanza, da quel momento il Comune avrà 90 giorni per redigere un piano definitivo che dovrà essere inviato ed approvato dalla Corte dei Conti.

“La nostra è un’operazione verità – ha dichiarato il primo cittadino, Angelo Liccardo – Da un lato risaneremo l’Ente dall’altro cercheremo di finanziare opere pubbliche con i fondi europei”. L’assise nella seduta di ieri ha inoltre approvato le tariffe della Tari e l’ aliquota per l’addizionale Irpef, che è passata dallo 0,8 per cento allo 0,75.