Qualiano, consiglio comunale. Vittoria dell’opposizione sul mercato rionale

Qualiano, consiglio comunale. Vittoria dell’opposizione sul mercato rionale

La struttura verrà riaperta entro 15 giorni. Questa la promessa del consigliere di maggioranza Biancaccio. Approvati pure i debiti fuori bilancio e


La struttura verrà riaperta entro 15 giorni. Questa la promessa del consigliere di maggioranza Biancaccio. Approvati pure i debiti fuori bilancio e il pagamento delle passività con la Multiservizi

QUALIANO – Nuovo consiglio comunale a Qualiano. A distanza di una settimana dall’ultimo incontro l’assise si è ieri riunita per discutere una serie di punti all’ordine del giorno. A stupire la cittadinanza è la questione mercato che riesce a mettere d’accordo maggioranza ed opposizione. Un consiglio dai toni pacanti, dunque, improntato sul confronto e la risoluzione di problematiche che da troppo tempo attanagliano i cittadini qualianesi.

Tanti i punti all’ordine del giorno. Dopo l’approvazione della transazione tra il Comune e la Qualiano Multiservizi spa – i debiti verranno saldati entro due anni – si è poi passati al riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio, analizzando la situazione debitoria in cui riversa l’ente. Muovono riserve sulla questione i consiglieri di opposizione Onofaro e Cacciapuoti. L’ex sindaco chiede di “attestare la presenza di decreti ingiuntivi lasciati ingiudicati” e di non approvare un documento che presenta degli interrogativi. E’ il consigliere Cacciapuoti. poi, a far notare che nel calcolo dei debiti fuori bilancio mancano gli interessi, tranne che per una voce indicata nell’elenco. Alla luce di queste considerazioni la minoranza si astiene dal voto ma il bilancio di previsione viene ugualmente approvato.

Spazio poi alle interrogazioni consiliari. Il consigliere Giulio Cacciapuoti chiede chiarimenti in merito all’abbattimento dei pini adiacenti alla casa comunale. L’avvocato mette in discussione la volontà dell’ente di voler abbattere gli alberi dopo averli addirittura potati. Una spesa inutile ed ingiustificata. Ma il sindaco rispedisce le accuse al mittente: i pini vanno abbattuti per garantire l’incolumità dei cittadini.

Passa invece la questione dell’isola ecologica di via Orazio. Spetterà poi al dirigente competente spostarla in altro luogo se lo ritiene opportuno. Ma sulla questione la stessa minoranza appare divisa.

Si arriva infine al punto caldo della discussione ed il lavoro dei consiglieri di opposizione sul tema mercato rionale raccoglie i suoi frutti. Il consigliere Giovanni Palma presenta infatti una relazione dettagliata sulla questione e la risposta del conigliere di maggioranza Valentina Biancaccio stupisce tutti. Prende l’impegno a riaprire entro 15 giorni il mercato in via Selicelle e via Vallefuoco, procedendo all’assegnazione dei posti e la verifica delle condizioni igieniche. Vittoria a metà, per l’opposizione, quella relativa all’isola ecologica in Via Orazio, ex area mercatale. La discussione dell’argomento è stata rinviata, poiche sarà una commissione a valutare la proposta.