Qualiano, in Consiglio comunale approvati la Iuc e il bilancio di previsione

Qualiano, in Consiglio comunale approvati la Iuc e il bilancio di previsione

L’opposizione:”Regolamento pieno di errori tecnici, vanno fatte delle modifiche” QUALIANO – Torna a riunirsi il Consiglio comunale. In aula arriva la Iuc e


L’opposizione:”Regolamento pieno di errori tecnici, vanno fatte delle modifiche”

QUALIANO – Torna a riunirsi il Consiglio comunale. In aula arriva la Iuc e il bilancio preventivo. Ad inizio seduta le prime battute sono del consigliere Palma il quale ripropone la questione piano parcheggi, entrato in vigore il mese scorso. Il consigliere sottolinea una serie di disagi ed incongruenze e, rivolgendosi al vicesindaco Castaldo, chiede di riunire un tavolo di discussione per apportare miglioramenti. Continua poi con una proposta, quella di “devolvere l’8 per mille da parte di cittadini ed aziende all’edilizia scolastica qualianese”, proposta portata avanti in questi giorni anche dal movimento 5 stelle.

Si passa ai successivi punti, al centro della discussione per ore l’approvazione del regolamento per l’applicazione dell’imposta unica comunale. Tiene banco per ore la questione IUC a seguito dell’intervento del consigliere di opposizione Cacciapuoti, il quale in maniera precisa mette in evidenza una serie di anomalie contenute nel regolamento che di fatto lo invaliderebbero. Sotto accusa una serie di errori tecnici la cui correzione viene accolta dai consiglieri di maggioranza e dallo stesso sindaco il quale ci tiene a precisare: “Si tratta di refusi, di errori di mera distrazione e non di scelte politiche”.

Da un lato l’opposizione che, difronte al paradosso di alcuni articoli, dichiara di non sentirsi nella condizione di votare in maniera positiva il regolamento, non prima delle necessarie modifiche. Intanto è il consigliere Onofaro a chiedere meno tecnicismi e più risposte concrete per i cittadini: “La pressione fiscale aumenterà? Dopo la stangata dello scorso anno ed i vari aumenti questo regolamento contiene ennesimi aumenti?” Incalza nuovamente Cacciapuoti mettendo in evidenza la mancata approvazione del piano economico finanziario: “La mancata approvazione del PEF, redatto dal gestore servizio raccolta rifiuti, mette a rischio la riscossione della Tari, poichè potrebbe essere oggetto di ricorso alla commissione tributari. Se tale ricorso venisse accolto si avrebbe come conseguenza un mancato incasso da parte dell’Ente” Conclude De Luca: “Il regolamento va approvato con riserva di modifiche ma sarà votato positivamente per non invalidare il lavoro fatto”.

Al termine della discussione si passa alla votazione che vede passare il regolamento. Si procede poi con il terzo ed ultimo punto, la tanto attesa e discussa approvazione del bilancio di previsione annuale per l’anno 2014. Anch’esso trova approvazione, nonostante gli errori evidenziati anche in questo caso dall’apposizione ed il notevole ritardo