Mancanza di bagni chimici e degrado: il mercatino settimanale di Melito rischia la chiusura

Mancanza di bagni chimici e degrado: il mercatino settimanale di Melito rischia la chiusura

Gli operatori del mercato: «Qui nessuno ci tutela» Dal Comune: «Presto partirà il progetto “Jessica” per la riqualificazione del mercato»  MELITO –Rischia la chiusura.


Gli operatori del mercato: «Qui nessuno ci tutela» Dal Comune: «Presto partirà il progetto “Jessica” per la riqualificazione del mercato»

 MELITO –Rischia la chiusura. il mercatino settimanale del venerdì situato tra via Berlino e via Madrid.  Assenza di bagni chimici (necessari per tenere aperta una struttura mercatale del genere), poca pulizia, anche delle caditoie,  mancanza dei contenitori della differenziata. Questi i principali problemi segnalati dagli operatori mercatali,

Già in queste settimane il malcontento dei delegati FIVA, l’associazione che si occupa del commercio ambulante e degli stessi assegnatari all’interno del mercato, è notevolmente cresciuto. Come forma di protesta, in tanti decidono di non pagare il tributo settimanale (comunque di pochi euro) che attesta la regolare e tutelata presenza all’interno del mercato.

«La situazione all’interno del mercato peggiora sempre di più. Non c’è nessuna salvaguardia o nessun tipo di sostegno. Se qualcuno deve utilizzare i bagni, come fa? Dove va? Sono settimane che qui sono spariti ed in precedenza gli altri in muratura sono stati resi inutilizzabili. Per non parlare della sporcizia con la quale siamo costretti a fare i conti ogni settimana», affermano alcuni ambulanti.

«Quantomeno chiediamo la pulizia delle caditoie o la presenza dei bagni chimici, una maggiore attenzione nella pulizia, in più i contenitori di raccolta differenziata, piano partito su tutto il territorio, non ancora messi all’interno del mercato che non vogliamo che venga chiuso o spostato, ma curato. Speriamo in una situazione nell’immediato» afferma Antonio Papa, delegato melitese FIVA. In settimana, un incontro con il locale comando di polizia municipale potrebbe scongiurare la chiusura del mercato.

Da via Salvatore Di Giacomo, nel frattempo, fanno sapere come la «pulizia delle caditoie è e sarà garantita, mentre la riqualificazione dell’area è prevista, visto che è appena stato approvato il progetto “Jessica’’, per un importo di circa 4 milioni di euro, che trasformerà il mercatino settimanale in mercatino rionale».