Marano, i carabinieri scoprono un calzaturificio clandestino in via Recca

Marano, i carabinieri scoprono un calzaturificio clandestino in via Recca

Nel corso dell’operazione 3 persone sono state denunciate per furto di energia elettrica e mancato rispetto delle norme ambientali MARANO – I


Nel corso dell’operazione 3 persone sono state denunciate per furto di energia elettrica e mancato rispetto delle norme ambientali

MARANO – I carabinieri della locale tenenza guidati dal tenente Francesco Tessitore hanno scoperto e smantellato un calzaturificio clandestino situato in via Recca.

L’opificio operava senza rispettare le consuete norme in materia ambientale con immissione di fumi nell’atmosfera e con scarichi reflui senza nessuna autorizzazione. In più, dalle indagini condotte unitamente alla polizia municipale e con l’ausilio dell’azienda Enel, si è scoperto che il calzaturificio di via Recca, di 300 mq, poi sequestrato insieme ai macchinari posti al suo interno, usufruiva della corrente in maniera abusiva, con un allaccio una cabina elettrica posta a poca distanza (con un danno di circa 70.000 euro).

5 gli operai che lavoravano a nero all’interno della struttura di via Recca sequestrata. Nel corso dell’operazione, sono state denunciate per furto di energia elettrica, emissioni pericolose in atmosfera e mancanza di autorizzazione per scarichi reflui due operai di 51 e 28 anni ed un commerciante di 50 anni.