“Pazza” di Aversa, spunta il video in rete: “Sono pazza, mica scema”

“Pazza” di Aversa, spunta il video in rete: “Sono pazza, mica scema”

Nel filmato la donna sembra loquace e simpatica. Ma restano paura e diffidenza per le aggresioni di cui è ritenuta responsabile. Inquieta


Nel filmato la donna sembra loquace e simpatica. Ma restano paura e diffidenza per le aggresioni di cui è ritenuta responsabile. Inquieta la frase finale

AVERSA – Sta spopolando su Facebook il video lanciato da un utente, Nicola Sociale, che riprende Bendetta, la donna ormai ribattezzata la “pazza” di Aversa, mentre parla tranquillamente con un commerciante di via Del Seggio. Nel filmato, che ha già superato le 20mila condivisioni, Benedetta appare “armata” della sua classica stampella. Ma invece di mostrarsi minacciosa come in alcune foto diffuse sui social, sembra loquace, sorridente e simpatica. In una parola “innocua”. A smontare l’aura negativa costruita da utenti e social intorno alla sua figura ci pensa anche il titolo del post: “basta saperci parlare, l’abito non fa il monaco”. Va però ricordato che la donna è stata oggetto di fermo da parte delle forze dell’ordine pochi giorni fa e tantissimi cittadini dell’hinterland giuglianese e aversano la considerano responsabile di aggressioni e minacce ai danni di piccoli e anziani (LEGGI ). Inquieta in particolare la frase finale di Bendetta: “Quando uno è pazzo non si mette a pensare se uno è bambino o no”.

GUARDA IL VIDEO