Pozzuoli, scoperto allevamento abusivo di animali di specie protetta

Pozzuoli, scoperto allevamento abusivo di animali di specie protetta

I carabinieri hanno rinvenuto gli animali senza autorizzazione ed  in condizioni non idonee. Denunciato a piede libero un 56enne. POZZUOLI –  I carabinieri


I carabinieri hanno rinvenuto gli animali senza autorizzazione ed  in condizioni non idonee. Denunciato a piede libero un 56enne.

POZZUOLI –  I carabinieri della stazione di Pozzuoli durante un servizio per il contrasto di maltrattamenti di animali, in località monteruscello, hanno denunciando in stato di libertà un 57enne del posto che aveva allestito un allevamento di animali di specie protetta e non, tenuti in cattività, senza alcun titolo autorizzativo ed in precarie condizioni igienico sanitarie.

I militari durante una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto all’interno di locali di pertinenza dell’abitazione dell’uomo 22 cardellini di specie protetta, 122 volatili di specie non protetta (pappagallini “cocorito”, pappagallo cenerino, canarini, pappagalli “inseparabili”, diamantini, tortore “diamantine” e incardellati), nonché 31 topolini, 2 cani (1 maltese e un chou chou), 5 conigli e 10 porcellini d’india.

Come accertato da personale del l.i.p.u. (lega italiana protezione uccelli) e dal dipartimento di prevenzione – servizio veterinario dell’asl napoli 2 nord – gli animali si trovano in precarie condizioni igienico sanitarie e in locali e gabbie non idonei alla custodia.

Durante le operazioni sono stati rinvenuti anche 3 fonofili digitali (richiami per volatili) e 9 confezioni di rete a maglie strette per la cattura di volatili.

Gli uccelli sono stati affidati al c.r.a.s. (centro recupero animali selvatici) dell’ospedale veterinario dell’asl napoli 1 per essere sottoposti ad un periodo di riabilitazione, al termine del quale saranno rilasciati in natura, mentre i restanti animali sono stati affidati a una ditta specializzata.