S.Antimo e Giugliano, operazione “Alto Impatto” da parte dei carabinieri

S.Antimo e Giugliano, operazione “Alto Impatto” da parte dei carabinieri

I militari dell’Arma hanno arrestato 3 persone e denunciato in stato di libertà altre 4  HINTERLAND – Continuano le operazioni volte al


I militari dell’Arma hanno arrestato 3 persone e denunciato in stato di libertà altre 4

 HINTERLAND – Continuano le operazioni volte al contrasto all’illegalità da parte dei carabinieri di Giugliano agli ordini del capitano Piroddi. Nelle scorse ore infatti, i militari dell’Arma hanno dato vita a diversi interventi sul territorio di Giugliano e S.Antimo.

Nel comune di S.Antimo sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti Luigi D’Isidoro, di 40 anni e la 37enne Maria Giacomo residenti in via Solimene e già noti alle forze dell’ordine.

I due sono stati sorpresi dai carabinieri durante l’attività di spaccio in via Roma. Una volta perquisiti, sono stati trovati in possesso di 12 dosi di cocaina, 1 dose di hashish e 300 euro provento dell’illecita attività. Per entrambi si attende il processo per rito direttissimo. In più, è stato sequestrato nell’abitazione di un 50enne santantimese un sistema di videosorveglianza composto da tre telecamere.

A Giugliano a finire in manette è stato Marco Maddaluno, 56 anni, dimorato in via Vicinale Giambattista e già noto alle forze dell’ordine, perché colpito da un ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Napoli. Maddaluno, dovrà ora scontare agli arresti domiciliari una pena di 2 anni e 4 mesi per tentata estorsione e rapina in concorso. Nel corso dell’ultima operazione sono infine stati denunciate 4 persone in stato di libertà per guida senza patente.