Terra dei Fuochi, la legge è un fallimento. 30 parlamentari interpellano il Governo

Terra dei Fuochi, la legge è un fallimento. 30 parlamentari interpellano il Governo

Controlli flop su tutto il territorio. Al palo lo screening sanitario. Pochi i militari presenti. Gli onorevoli campani chiedono conto all’esecutivo GIUGLIANO


Controlli flop su tutto il territorio. Al palo lo screening sanitario. Pochi i militari presenti. Gli onorevoli campani chiedono conto all’esecutivo

GIUGLIANO – Continuano i roghi tossici. Continuano gli sversamenti. I militari giunti in Campania per presidiare il territorio sono meno di quanti erano previsti dal primo decreto Terra dei Fuochi (100 contro gli 850). Insomma, nulla sembra essere cambiato. Neanche lo screening sanitario promesso dal Ministero è partito.

Di questa situazione 30 parlamentari campani, appartenenti a tutti gli schieramenti, chiedono conto all’attuale Governo Renzi. Domani sarà tenuta un’interpellanza parlamentare a Montecitorio. Il Ministro dell’Ambiente e dell’Interno verranno interrogati sul perché i controlli promessi si siano rivelati un flop.

Intanto continua la mobilitazione dei comitati anti-roghi. Sabato 25 ottobre, in piazza Dante, è stata indetta una nuova manifestazione nazionale contro la Terra dei Fuochi per riaccendere i riflettori sui problemi del disastro ambientale campano.