Villaricca, ripartono i lavori al Sant’Aniello. Restano dubbi sui costi per il Comune

Villaricca, ripartono i lavori al Sant’Aniello. Restano dubbi sui costi per il Comune

Nessuna notizia certa sulle somme definitive degli indenizzi da conferire agli abitanti. Analoga la situazione della ditta che potrebbe chiedere parte dei


Nessuna notizia certa sulle somme definitive degli indenizzi da conferire agli abitanti. Analoga la situazione della ditta che potrebbe chiedere parte dei danni a fine lavori

VILLARICCA – I lavori a Sant’Aniello ripartiranno. Questo è quanto annunciato dalla conferenza stampa di ieri al Comune. Le costruzioni dovranno realizzare nell’immediato la palazzina con i 16 appartamenti, i 76 posti auto nel garage interrato e la piazza. Il palazzo (stecca)in cui la Sovrintendenza ha trovato delle arcate risalenti al 500’ sarà ristrutturato con un bando ad hoc per il quale è stata avanza già una richiesta di fondi. All’incontro hanno partecipato il geometra Salvatore Sestile rappresentante legale della Seroga aggiudicatrice dell’appalto e l’architetto Domenico Ciccarelli responsabile della sicurezza del cantiere. Il sindaco Francesco Gaudieri, l’assessore ai Lavori pubblici Raffaele Cacciapuoti, il consigliere Nello Chianese. Per l’ente ha presenziato il capo dell’ufficio tecnico Francesco Cicala. L’architetto Gennaro Piezzo nuovo direttore lavori e progettista di eventuali varianti.

SAMSUNG CAMERA PICTURESLa società costruttrice Seroga ha fatto un mezzo passo indietro con la firma dell’accordo bonario avuto con l’ente: rinuncia alla rescissione del contratto ma non ha declinato la richiesta dei danni. Queste somme saranno discusse alla fine delle realizzazioni. Lo stesso Sestile si sente di promettere “L’ impegno è per la realizzazione immediata del manufatto per permettere agli abitanti di poter ritornare nelle loro case. Si spera di inaugurare gli appartamenti prima della fine della consiliatura Gaudieri”. Nota dolente per l’ente saranno i 300 mila euro circa di rimborso per gli indennizzi agli abitanti da concedere fino al rientro in casa. Di questa somma solo 220 mila euro sono stati coperti dalla Regione, il restante sarà finanziato con fondi comunali.

“Questa mattina abbiamo firmato il verbale di ripresa dei lavori per il quartiere. Ci auguriamo di far decollare l’opera. Questa fase arriva dopo incontri con la ditta sollecitati da maggioranza e opposizione per far ripartire i lavori” ha affermato Cacciapuoti. Il primo cittadino Gaudieri connota questo ultimo scorcio di amministrazione: “Saranno riprese e portate a termine le opere pubblici. Sant’Aniello si è sbloccato perché si è trovata una sinergia tra impresa e amministrazione, grazie alla convergenza di varie professionalità”. “E’ una vittoria per la cittadina” chiosa Chianese.