Allarme rapine a Giugliano, la Coigiass scrive a commissari e Forze dell’Ordine

Allarme rapine a Giugliano, la Coigiass scrive a commissari e Forze dell’Ordine

Il presidente Guarino: “ma la cittadinanza deve ritornare a vivere la città. Un territorio abbandonato è preda facile per i delinquenti” GIUGLIANO


Il presidente Guarino: “ma la cittadinanza deve ritornare a vivere la città. Un territorio abbandonato è preda facile per i delinquenti”

GIUGLIANO – Ha fatto discutere l’escalation di furti e rapine di cui è stata vittima la città nell’ultima settimana. Prima la gioielleria Paciolla colpita attraverso le fogne, poi l’agguato all’Ottica Parisi con ferimento del titolare a colpi di martello ed infine la rapina al Decò con pistola puntata alla testa di uno dei titolari oltre al colpo di ieri sera al bar Flute sulla circumvallazione ed altri scippi e colpi falliti. (LEGGILEGGILEGGILEGGI)

COIGIASSUna situazione che ha fatto scattare il campanello d’allarme tra cittadini e commercianti e che ha portato la neonata “Coigiass” ad alzare la voce contro la microcriminalità che attanaglia Giugliano. “Abbiamo inviato delle lettere riportando il problema ai commissari prefettizi, al Comando dei Carabinieri, alla Polizia di Stato, alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Municipale – fa sapere Antonio Guarino, presidente della “Coigiass” – Chiediamo di sederci ad un tavolo per discutere e prendere dei seri provvedimenti, aspettiamo una risposta da parte loro”.

“Il centro storico è ormai zona franca per i delinquenti – afferma Guarino – Con l’inizio dei lavori “Piu Europa”, inoltre, i commercianti sono entrati in una crisi nera e c’è il rischio che ci scappi il morto per pochi spiccioli d’incasso”.

Il presidente dell’associazione dei commercianti giuglianesi però ci tiene a lanciare un appello. “Dobbiamo ritornare a vivere la città e la vivibilità del territorio si ottiene anche attraverso la partecipazione della cittadinanza – aggiunge Guarino – Mi riferisco in particolare ai giovani che sono la parte più sana, se manca qualche servizio bisogna denunciarlo e risolverlo tutti insieme”.

“Giugliano non è quella che stiamo vivendo ora, questa è una città con potenzialità enormi e la gente deve uscire di casa – conclude il presidente Coigiass –  perché se un territorio viene abbandonato diventa preda facile per i delinquenti”.

L’associazione, inoltre, ha in cantiere tanti altri progetti. Presto verrà presentato il progetto per le luminarie natalizie, per ora a spese dei commercianti ma non è escluso un piccolo aiuto anche da parte della commissione straordinaria.