Inceneritore, Carotenuto posticipa di dieci giorni la scadenza del bando

Inceneritore, Carotenuto posticipa di dieci giorni la scadenza del bando

Nessuna azienda ad oggi si è mostrata interessata, per questo il commissario ha prorogato i termini per la presentazione delle domande GIUGLIANO –


Nessuna azienda ad oggi si è mostrata interessata, per questo il commissario ha prorogato i termini per la presentazione delle domande

GIUGLIANO – Il commissario all’inceneritore, Alberto Carotenuto ha prorogato di 10 giorni il termine ultimo per la presentazione delle domande per la costruzione dell’inceneritore a Giugliano. Nessuna azienda ha ancora presentato domanda per il bando. Il motivo è meramente economico: le società non avrebbero margini di guadagno sullo smaltimento.

Il bando per il sito che dovrebbe nascere nell’ex centrale di turbogas dell’Enel in località Ponte Riccio era stato già annullato qualche settimana fa. Nonostante siano state annunciate modifiche, alla ripresentazione dello stesso resta comunque poco appetibile per le aziende. Quelle che avevano aderito allo scorso bando, la A2A e la  Ati Astaldi-Termomeccanica, stavolta per partecipare avrebbero chiesto un anticipo di fondi allo Stato che però ha rifiutato, per questo motivo si sono ancora una volta defilate e ad oggi non ci sono buste depositate per l’assegnazione dei lavori del discussissimo inceneritore.

A Giugliano intanto i cittadini sono di nuovo in fermento, annunciato un corteo per il 28 novembre per opporsi alla realizzazione dell’inceneritore [ LEGGI ]