Inceneritore, è ufficiale: anche Giugliano presenta il ricorso al Tar

Inceneritore, è ufficiale: anche Giugliano presenta il ricorso al Tar

A darne la conferma, contattato dalla nostra redazione, il commissario Giombini: “Decisione presa nelle ultime ore” GIUGLIANO – Anche il Comune di


A darne la conferma, contattato dalla nostra redazione, il commissario Giombini: “Decisione presa nelle ultime ore”

GIUGLIANO – Anche il Comune di Giugliano ricorrerà in extremis al Tar per opporsi alla costruzione del termovalorizzatore. Le voci si rincorrevano già dalle prime ore della mattinata tra gli attivisti ed i comitati sul web, in particolare sul gruppo Facebook “Varcaturo, Licola, LagoPatria”.

Adesso i commissari prefettizi, in particolare il commissario Giombini, ne danno l’ufficialità ai microfoni de “Il Meridiano News”: “Decisione presa venerdì – ha dichiarato Giombini – già nell’incontro del giorno prima (giovedì, ndr) avevamo lasciato intendere che avremmo approfondito la cosa”.

“Questa notizia ci rende particolarmente lieti – afferma Marinella Corona, attivista del territorio – Il nostro lavoro ha sortito l’effetto desiderato”. Dopo l’incessante pressing dei comitati dunque, anche il Comune di Giugliano si opporrà alla costruzione dell’impianto di Ponte Riccio e si allarga il fronte dei “No”. Già nelle settimane scorse, infatti, si erano opposti anche i Comuni di Marano, Villaricca, Melito , Calvizzano e Qualiano.

Dopo la nostra anticipazione, nel corso del pomeriggio è arrivato anche il comunicato stampa ufficiale del Comune di Giugliano. Eccolo di seguito:

Il No della Commissione Straordinaria al Termovalorizzatore a Giugliano.

L’Amministrazione Comunale di Giugliano in Campania, dopo aver disposto, attraverso il proprio Ufficio Legale interno, un approfondito esame del bando di gara concernente la realizzazione del cosiddetto Termovalorizzatore ‘‘Napoli Est’’, nonché, nel complesso, della procedura amministrativa, ha deciso di depositare, presso il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, ricorso amministrativo avverso il menzionato bando di gara, dando mandato in tale senso al proprio patrocinante legale.

I motivi principali su cui verte l’atto giudiziale attengono ai profili di legittimità costituzionale deldecreto legge che ha individuato il comune di Giugliano in Campania quale luogo ove ospitare il costruendo termovalorizzatore, atteso che tale normativa d’urgenza contrasta con una precedente legge di dettaglio che, tenuto conto della peculiare condizione del territorio giuglianese, vietava la realizzazione di ulteriori siti sul territorio, se non previa bonifica ambientale; ulteriori aspetti di ricorso vertono sulla verifica dei parametri sanitari.

Ciò posto, ritenuto anche di tutelare, in tal senso, gli interressi della cittadinanza il cui territorio in passato è stato oggetto di illeciti danneggiamenti, la Commissione Straordinaria ha conferito mandato per accertare in giudizio la legittimità del menzionato procedimento amministrativo volto alla realizzazione dell’inceneritore Napoli Est.