Melito, va deserto il bando per la villa comunale. Si pensa all’affidamento diretto

Melito, va deserto il bando per la villa comunale. Si pensa all’affidamento diretto

Nessun ente o associazione ha mostrato interesse a gestire la struttura pubblica di via Lavinaio, ancora oggi nel degrado MELITO –  Va


Nessun ente o associazione ha mostrato interesse a gestire la struttura pubblica di via Lavinaio, ancora oggi nel degrado

MELITO –  Va deserto il bando per l’affidamento della villa comunale di via Lavinaio. Alla scadenza del termine della presentazione delle offerte, nessuna associazione, ente, o organizzazione culturale e ricreativa ha risposto all’avviso pubblico di gara indetto dal Comune di Melito.

Una doccia gelata per l’Ente e per la stessa amministrazione comunale che, dopo tanti rinvii, battute a vuoto ed intoppi dei decenni passati, sperava finalmente di chiudere la partita e far partire la riqualificazione di uno spazio pubblico a tutt’oggi fatiscente. Eppure, tutto lasciava presagire in un esito diverso del bando di gara aperta predisposto dal Municipio di via Salvatore Di Giacomo.

Proprio il Comune aveva cercato di venire incontro ai potenziali gestori inserendo clausole realmente favorevoli con una concessione di 9 anni per soli 1000 euro all’anno, la possibilità di installare giostrine e scivoli per bambini, chioschi per la vendita di prodotti alimentari ed organizzare tante iniziative per il definitivo rilancio. Non solo; la manifestazione d’interesse di qualche mese fa, che di fatto aveva preceduto il bando ora andato deserto, aveva visto la partecipazione di 3 associazioni, a quanto pare disposte a prendersi l’onere di rilanciare la villetta. Ma anche loro sono evaporate all’atto della presentazione delle offerte, probabilmente spaventate dai costi per l’installazione di chiosco e giostrine ed anche per gli interventi di manutenzione. Per tentare di sbloccare una situazione senza dubbio impantanata il Comune dovrebbe provvedere ad un affidamento diretto dello spazio pubblico, accantonando l’idea di pubblicare un nuovo avviso pubblico di gara.