Scrisse ai familiari durante la prima guerra mondiale. Cartolina recapitata 98 anni dopo

Scrisse ai familiari durante la prima guerra mondiale. Cartolina recapitata 98 anni dopo

Era custodita da una donna di Qualiano. Grazie all’appello del sindaco Ludovico De Luca la lettera sarà consegnata agli eredi del soldato


Era custodita da una donna di Qualiano. Grazie all’appello del sindaco Ludovico De Luca la lettera sarà consegnata agli eredi del soldato

QUALIANO – Dopo 98 anni i familiari di Alfonso Lama, soldato che scrisse ai suoi familiari durante la prima guerra mondiale, riceveranno la cartolina che il giovane aveva spedito per rassicurarli sulle sue condizioni: «Carissimo papà, sto sempre nello stesso posto dove resterò parecchio altro tempo. Capirai che qui ci si potrebbe mettere la firma. Mi è impossibile darti notizie molto dettagliate. Ti basti che staremo molto tempo senza vedere neppure da lontano, alcun pericolo. Baci affettuosi». Questo il testo della missiva datata 3 giugno 1916.

La cartolina per 40 anni è stata custodita da una donna di Qualiano che qualche giorno fa si era rivolta al primo cittadino Ludovico De Luca, per cercare di rintracciare gli eredi del giovane soldato morto in guerra all’età di 23 anni. Grazie al tamtam mediatico sui social network e agli articoli sugli organi di stampa anche nazionali, la famiglia del giovane soldato è stata ritrovata. Grande commozione per tutti i parenti, che vivono a Caivano, ad emozionarsi in modo particolare è stato il pronipote del soldato, 83 anni, che porta lo stesso nome in onore dello zio: “Ringraziamo di cuore il sindaco di Qualiano, Ludovico De Luca, e la misteriosa signora che hanno consentito il rinvenimento della missiva – ha dichiarato l’erede ex Preside – Ci hanno regalato belle emozioni che conserveremo per sempre nei nostri cuori”.

“Non so cosa dire sono veramente commosso – commenta a caldo il sindaco di Qualiano Ludovico De Luca – Non vedo l’ora di consegnarla ai parenti”. Il sindaco ha dichiarato poi di voler organizzare nei prossimi giorni una cerimonia ufficiale per la consegna della cartolina che con un pò di ritardo giungerà a destinazione in via Don Minzoni a Caivano.