Si allarga la protesta degli studenti, occupate le scuole di Giugliano. Proteste anche a Melito

Si allarga la protesta degli studenti, occupate le scuole di Giugliano. Proteste anche a Melito

Stamani gli studenti hanno occupato il De Carlo, il Minzoni e il Marconi per protestare contro la riforma della scuola GIUGLIANO – Si

@Armando Di Nardo

Stamani gli studenti hanno occupato il De Carlo, il Minzoni e il Marconi per protestare contro la riforma della scuola

GIUGLIANO – Si allarga la protesta degli studenti, occupati anche 3 istituti di Giugliano. Questa mattina gli studenti hanno infatti occupato il liceo De Carlo, l’istituto tecnico Minzoni e l’istituto professionale Marconi. Diverse le motivazioni che hanno portato i ragazzi ad interrompere le lezioni nei propri istituti scolastici.

Se gli studenti del De Carlo protestano principalmente per le condizioni in cui versa la struttura (plesso inagibile e bagni anti-igienici), quelli del Minzoni hanno dato il via all’occupazione per protestare contro la riforma della scuola e l’abolizione dell’articolo 18. Non c’è ancora certezza su quanto e come continuerà la protesta degli studenti. Al De Carlo al momento gli studenti hanno preso possesso delle aule, mentre i professori stanno aspettando in cortile di capire se e quando riprenderà l’attività scolastica. La protesta degli studenti potrebbe presto estendersi anche negli altri licei e i istituti dell’hinterland.

liceo kant

In queste ore stanno protestando anche gli studenti del liceo Kant di Melito, che hanno dato il via ad una manifestazione. Alla base della protesta il jobs act, ma anche le precarie condizioni dell’istituto: secondo gli studenti, infatti, il tetto dell’edificio sarebbe rotto da qualche tempo e nelle aule mancano diversi banchi.