Villaggio di Babbo Natale a Lago Patria, cancelli aperti. La gestrice: “Nessun sequestro”

Villaggio di Babbo Natale a Lago Patria, cancelli aperti. La gestrice: “Nessun sequestro”

Sgombero del mercatino e verbale da 15mila euro. Ma la struttura è aperta. Ecco cos’è successo dopo il blitz della Polizia Municipale


Sgombero del mercatino e verbale da 15mila euro. Ma la struttura è aperta. Ecco cos’è successo dopo il blitz della Polizia Municipale

GIUGLIANO – Il telefono squilla all’impazzata. Già centinaia le prenotazioni disdette. La notizia del blitz della Polizia Municipale al villaggio di Babbo Natale del Parco Uccelli a Lago Patria si è messa in circolo come un contagio. “Siamo aperti”, la risposta che la segretaria dà a tutti quelli che chiamano per sapere se la struttura è accessibile. Nel villaggio però le famiglie sono poche, la gente arriva alla spicciolata, molti hanno appreso del sequestro tramite internet. “Un danno d’immagine enorme”, sottolinea subito Assunta Moretti, presidente di Liternum Oggi, l’associazione che gestisce il Parco degli Uccelli.

 ingressoE in effetti in giro non c’è ombra di sigilli o di provvedimenti. Le aree giochi sono aperte, così come la “fabbrica di giocattoli” e le zone verdi. Sembra quasi che il blitz dei Vigili di Giugliano non ci sia stato. Ma così non è. A spulciare tra i verbali consegnati dalla Polizia Municipale, qualcosa salta fuori. I Vigili hanno sgomberato un mercatino natalizio in una delle aree verdi. Sei stand gestiti da commercianti che avrebbero preso in affitto gli spazi dalla stessa Liternum Oggi, con tanto di ricevute di pagamento. In più “attività di sommistrazione di alimenti e bevande senza autorizzazione all’interno di una struttura in vetro e legno priva di concessione edilizia ed agibilità”. Si tratta dell’area destinata alla ristorazione sottoposta a sequestro nel 2007, poi dissequestrata dal Corpo Forestale nel 2012 all’esito di una battaglia giudiziaria. Infine: la violazione dei “sigilli” nel gazebo adiacente al ristorante, sequestrato due anni fa e utilizzato secondo i Vigili per attività ricreative. La multa da pagare è salata: 15mila euro.

“Non abbiamo subito nessun sequestro – tiene a dichiarare a Il Meridiano News Assunta Moretti, la presidente dell’associazione – siamo vittime di una segnalazione inoltrata alla Polizia Municipale dai concorrenti. L’unica irregolarità che hanno riscontrato è la mancanza delle licenze di vendita di alcuni degli standisti del mercatino. Invito a venire al parco: è aperto e in piena attività”. In giro si vedono i folletti, la carrozza con Babbo Natale sfila all’ingresso tra le ovazioni dei piccoli frequentatori del villaggio. Tutto fa pensare alla magia del Natale. La Moretti farà di tutto per riabilitare l’immagine di un parco che attira visitatori da tutta la Campania. C’è da rimboccarsi le maniche, però, e fare controinformazione a 360 gradi. La gente non vuole sapere solo se i cancelli sono aperti. Ma anche se i bambini sono al sicuro e se Babbo Natale è in regola con la legge.

Marco Aragno e Gaetano Pragliola

GUARDA LA FOTOGALLERY: