Aversa, mazzate in un derby di terza categoria. Paura in campo

Aversa, mazzate in un derby di terza categoria. Paura in campo

La rissa sarebbe scoppiata a seguito di un diverbio. La partita è proseguita a porte chiuse dopo l’intervento delle forze dell’ordine. Avviate


La rissa sarebbe scoppiata a seguito di un diverbio. La partita è proseguita a porte chiuse dopo l’intervento delle forze dell’ordine. Avviate le indagini

LUSCIANO – Vere e proprie mazzate quelle che sono volate durante il derby Aversa F.C. – Atletico Airri Aversa del campionato di terza categoria. Secondo quanto testimoniato anche da alcuni scatti che circolano in rete, alcuni tifosi sono entrati all’interno dello stadio comunale di Lusciano, dove si è disputato il match, armati di mazze da baseball, spranghe e uno sfollagente.

Non è ancora chiaro quale delle due tifoserie abbia iniziato a provocare l’altra. Certo è che il clima si è acceso ed è scoppiata una rissa sugli spalti tra le due tifoserie. Negli scontri è spuntato anche un coltello. Tempestivo è stato l’intervento delle forze dell’ordine, che hanno sedato i disordini e allontanato i balordi. Dopo un’interruzione di circa mezz’ora, la partita è poi proseguita a porte chiuse, con la vittoria dell’Aversa F.C. per 2 a 1.

Le indagini ora dovranno chiarire la dinamica dell’incidente che ha macchiato una semplice giornata di sport. A far scoppiare la scintilla pare sia stato un diverbio a distanza tra il padre di un calciatore dell’Atletico Airri e il presidente del FC Aversa, Amedeo Russo. Ma da parte di entrambe le società sportive c’è stato per ora solo un rimpallo di accuse. La parola passa alla Procura.

Foto: Casertace.net