Calvizzano, rubavano e distruggevano la posta. Blitz della Procura contro tre dipendenti

Calvizzano, rubavano e distruggevano la posta. Blitz della Procura contro tre dipendenti

Nel corso delle indagini i militari dell’Arma hanno accertato che i 3 impiegati delle Poste Italiane si impossessavano di pacchi e buste.


Nel corso delle indagini i militari dell’Arma hanno accertato che i 3 impiegati delle Poste Italiane si impossessavano di pacchi e buste. La denuncia è partita dai cittadini

CALVIZZANO – Regali, gadget elettronici, raccomandate. Persino una tovaglia. Tre dipendenti delle Poste si impossessavano della corrispondenza, ne controllavano il contenuto e decidavano cosa farne.  Stamani, alla fine di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, a Marano, Calvizzano e Villaricca,  i Carabinieri della Compagnia di Giugliano hanno eseguito perquisizioni con testuali sequestri nei confronti di tutti e tre i dipendenti della società Poste Italiane impiegati presso il centro di smistamento postale di Calvizzano. Risultano indagati.

L’indagine, scaturita da svariate denunce presentate da alcuni  cittadini, è stata condotta dai militari dell’Arma della Tenenza di Marano e della Stazione di Calvizzano. Nel corso delle indagini i carabinieri, guidati dal tenente Francesco Tessitore, hanno individuato ben tredici episodi in cui gli indagati si sono appropriati o hanno distrutto la corrispondenza, hanno identificato i tre dipendenti ritenuti responsabili e hanno sequestrato il materiale sottratto al centro di smistamento.

A schiacciare i tre ladri alcune telecamere nascoste che li hanno ripresi mentre aprivano pacchi e buste. All’esito delle perquisizioni effettuate dai Carabinieri, inoltre, nelle case dei tre indagati sono state ritrovate buste contenenti riviste e persino cucchiaini per il caffé acquistati da una signora online. Gli impiegati delle Poste Italiane dovranno adesso rispondere di violazione, distruzione e soppressione di corrispondenza privata.