Campi Flegrei, è ufficiale: Marano e Giugliano nella zona rossa

Campi Flegrei, è ufficiale: Marano e Giugliano nella zona rossa

Approvata la nuova perimetrazione. La Giunta Caldoro conferma la ridefinizione della zona a rischio sismico HINTERLAND – È ufficiale: la nuova “zona


Approvata la nuova perimetrazione. La Giunta Caldoro conferma la ridefinizione della zona a rischio sismico

HINTERLAND – È ufficiale: la nuova “zona rossa” dei Campi Flegrei include anche una parte di Giugliano (nello specifico Licola, Varcaturo e Lago Patria) e di Marano, nonché alcuni quartieri di Napoli (Bagnoli, Fuorigrotta, Pianura, Soccavo, Posillipo, Chiaia, una parte di Arenella, Vomero, Chiaiano e San Ferdinando). A darne notizia un comunicato della Regione Campania, che annuncia l’approvazione della nuova perimetrazione del territorio dell’area.

Tutto è iniziato lo scorso 20 ottobre con la proposta del Dipartimento della Protezione civile d’intesa con la Regione Campania di ridefinire la zona flegrea a rischio sismico, tenendo conto dei più recenti studi scientifici e delle indicazioni fornite dalla Commissione Grandi Rischi. Dal 2012 non sono state più registrate variazioni significative dei parametri sismici, geochimici e di deformazione del suolo, ma l’area considerata è in uno “stato di attenzione”.  La proposta è poi passata al vaglio dei Comuni che, attraverso apposite delibere dei Consigli comunali o con provvedimenti dei sindaci o dei commissari prefettizi, l’hanno condivisa e approvata.

Nel nuovo “perimetro rosso” abitano oltre 550 mila persone, per le quali sarà elaborato un piano d’emergenza. Prima, però, si attende l ‘emanazione di un atto normativo del Presidente del Consiglio dei Ministri. Il via libera spetta quindi al capo del Governo.