Commando rapina tabaccheria, interviene un carabiniere e spara: arrestato 14enne di Giugliano

Commando rapina tabaccheria, interviene un carabiniere e spara: arrestato 14enne di Giugliano

La banda composta da 3 persone armate di revolver. L’azione criminale vista da un carabiniere libero dal servizio che ha bloccato uno dei malviventi


estorsione clan mallardo

La banda composta da 3 persone armate di revolver. L’azione criminale vista da un carabiniere libero dal servizio che ha bloccato uno dei malviventi e ne ha fatto arrestare un altro. Si cerca il terzo complice

CASORIA – In tre, in sella ad uno scooter, rapinano una tabaccheria in via Etna a Casoria, ma l’azione viene vista da un carabiniere libero dal servizio che interviene, blocca subito un rapinatore e tenendolo immobilizzato chiede ausilio alle centrali delle compagnie di Casoria e Giugliano in Campania, permettendo la cattura di uno dei due complici.

La scena adrenalinica inizia quando in due scendono dallo scooter con cappuccio e volto travisato da scaldacollo, uno anche armato di revolver, fanno irruzione nell’esercizio e minacciando con l’arma il titolare 56enne lo costringono a consegnare denaro e sigarette per circa 1.000 euro, mentre il terzo rimasto alla guida del motociclo, li attende all’esterno con il motore acceso pronto alla fuga e facendo da palo.

Un carabiniere in servizio a Giugliano in Campania – in ferie per la settimana di natale – in abiti civili passa da li’ alla guida della sua auto e nota l’atteggiamento del giovane che, in attesa sullo scooter, tiene anche coperta la targa del mezzo. In quel momento i due rapinatori escono velocemente dall’esercizio, ma il carabiniere – gia’ sceso dall’auto – estrae la pistola e, qualificandosi, intima ai tre di fermarsi. I tre tentano comunque di scappare e il carabiniere, avendo notato uno dei tre armato, spara due colpi in aria a scopo intimidatorio, e correndo verso i rapinatori gli si getta addosso riuscendo a bloccarne uno e a identificarlo in un 14enne di Giugliano in Campania.

Nel frattempo il militare telefona alla centrale operativa di Casoria e da indicazioni per le ricerche dei fuggitivi, fornendo ai colleghi la descrizione dello scooter e dei balordi. il militare, insieme ai colleghi intervenuti sul posto, sequestra lo scaldacollo indossato dal 14enne.

Nel corso della tempestiva attivita’ di ricerca effettuata da carabinieri delle compagnie di Casoria e di Giugliano in Campania, da li a poco viene individuato e tratto in arresto anche il secondo rapinatore, un 17enne di Casoria, in pratica il “palo” alla guida dello scooter rifugiatosi a casa subito dopo il colpo. e ancora in casa i cc trovano gli abiti indossati dal giovane durante l’azione. Mentre procedono le attivita’ per identificare il malfattore in fuga, i due arrestati sono stati portati nel centro di prima accoglienza sul viale Colli Aminei.