Giugliano, si spaccano i Giovani Democratici: caos nei tesseramenti

Giugliano, si spaccano i Giovani Democratici: caos nei tesseramenti

Quasi 100 persone hanno rifiutato il tesseramento per la scarsa organizzazione. Dissidi e malumori interni tra gli iscritti GIUGLIANO – Bufera in


Quasi 100 persone hanno rifiutato il tesseramento per la scarsa organizzazione. Dissidi e malumori interni tra gli iscritti

GIUGLIANO – Bufera in casa Pd. Presunte irregolarità durante i tesseramenti ed iscritti che scappano via. C’erano quasi 100 persone in fila, sabato 22 novembre. Tanti giovani, vogliosi di fare politica attiva, che hanno atteso per quasi due ore e sono stati invece allontanati. Delusi e amareggiati per i metodi usati hanno così deciso di rinunciare al tesseramento nelle file dei “Giovani Democratici”.

Ai ragazzi in un primo momento è stato chiesto di ritornare in seguito; poi, al ritorno, è scoppiato il caos. Alcune persone, senza rispettare la fila, a quanto pare erano già all’interno e stavano effettuando l’iscrizione. Da lì, sarebbero partite le contestazioni. Come se non bastasse, nel frattempo altri rinnovano le tessere comodamente da casa tramite telefono, a dispetto dei tanti che erano in fila dalla mattinata. Infine, la risposta della commissione: “Per oggi sono finite le tessere”. Insomma, i due garanti avrebbe fatto tutto tranne che garantire il regolare svolgimento.

Risultato finale: solo 5 iscritti e 25 rinnovi. Oltre ad un gruppo di giovani già iscritti che ha deciso di uscire, non accettando le modalità usate. Ci sarebbero anche delle irregolarità nell’organigramma interno. Il tutto è stato verbalizzato e notificato alla segreteria provinciale e regionale, non solo dei giovani del Pd ma anche ai “grandi”. Adesso si aspetta il documento ufficiale della commissione di garanzia per capire esattamente come siano andate le cose.