Inceneritore, si aprono le buste: scatta la protesta. Segui la diretta e guarda le foto

Inceneritore, si aprono le buste: scatta la protesta. Segui la diretta e guarda le foto

NAPOLI – A breve l’apertura delle buste per l’assegnazione dei lavori per l’inceneritore di Giugliano. In via De Gasperi, sotto la sede

@Armando Di Nardo

NAPOLI – A breve l’apertura delle buste per l’assegnazione dei lavori per l’inceneritore di Giugliano. In via De Gasperi, sotto la sede dell’assessorato all’Ambiente della Regione Campania, sono presenti circa 50 manifestanti, principalmente giovani e rappresentati dei comitati. L’ Assessorato è blindato da un folto cordone di agenti in assetto antisommossa. La gente urla:  “No alla inceneritore, Giugliano vuole vivere”, “Assassini in giacca e cravatta”.

L’impianto dovrebbe sorgere nell’ex zona Asi di Giugliano, al posto dell’attuale centrale Enel in disuso. I costi complessivi per la costruzione ammontano, secondo il bando, a 316 milioni di euro. La finalità principale dell’impianto dovrebbe essere la distruzione e la combustione delle ecoballe stoccate a Taverna del Re. A presentare le offerte per l’apertura del dialogo competitivo due aziende. L’A2A, che aveva già partecipato alla prima gara per poi ritrirarsi, e un’ATI (Rti green point global partners Ldt Sevenergo story trest) formata da una società canadese e da una russa.

ore 14 – I manifestanti chiedono di entrare: “è una gara pubblica, si tratta della nostra salute”. La strada intanto viene bloccata. Via de Gasperi è inaccessibile

ore 15 – La strada è ancora bloccata, i manifestanti restano in attesa di notizie dall’interno dell’Assessorato. Nessuno è stato fatto salire, le forze dell’ordine non permettono l’accesso nè aI delegati nè ai giornalisti.

ore 15:45 – ULTIMISSIMA: Le buste sono state aperte in Prefettura. Questa è la notizia dell’ultimo minuto arrivata in via De Gasperi. Tutto è stato architettato in gran segreto per non subire le reazioni dei cittadini e dei comitati che da stamattina presidiavano l’assessorato della Regione Campania. Nessuna notizia ufficiale, invece, sull’esito dell’apertura delle buste. Il presidio intanto è stato sciolto e la circolazione in via De Gasperi è tornata alla normalità. Domani i comitati hanno indetto un’assemblea pubblica in Piazza Matteotti a Giugliano.