Malasanità, gli danno un antidolorifico e muore. Sotto accusa il San Giuliano

Malasanità, gli danno un antidolorifico e muore. Sotto accusa il San Giuliano

I fatti alle 7 di questa mattina. L’uomo si chiama Mariano Esposito e aveva 55 anni. Sequestrata la cartella clinica GIUGLIANO –


I fatti alle 7 di questa mattina. L’uomo si chiama Mariano Esposito e aveva 55 anni. Sequestrata la cartella clinica

GIUGLIANO – Si reca al pronto soccorso alle 7 di stamattina ma muore dopo l’assunzione di un antidolorifico. Sotto accusa il personale medico del San Giuliano. Sequestrate la salma della vittima e la cartella clinica. Aperta un’indagine.

Secondo quanto riporta Il Mattino, l’uomo, 55 anni, Mariano Esposito, di Qualiano, si era recato al pronto soccorso del nosocomio giuglianese insieme alla moglie dopo aver accusato un forte dolore al petto. Giunto sul posto, riceve i primi soccorsi e i medici gli sommistrano un antidolorifico ma il paziente muore poco dopo. A quanto pare non è stato un infarto.

Non si conoscono per ora le ragioni del decesso. La Procura di Napoli Nord, dopo la denuncia sporta dalla moglie del defunto, ha disposto l’autopsia e il sequestro della cartella clinica. Le indagini chiariranno se sia stata una morte naturale o un caso di malasanità.