Protesta per la nuova sede del liceo Segrè, partito il corteo

Protesta per la nuova sede del liceo Segrè, partito il corteo

Studenti in piazza per chiedere il completamento del plesso in via Crispi. «Vogliamo chiarezza, rischiamo di restare senza sede» MUGNANO – Stop


Studenti in piazza per chiedere il completamento del plesso in via Crispi. «Vogliamo chiarezza, rischiamo di restare senza sede»

MUGNANO – Stop ai lavori alla nuova sede del liceo Segrè, stamani il corteo degli studenti. Sono circa un centinaio i ragazzi scesi in piazza stamani per chiedere con forza che i fondi per il completamento della sede di via Crispi vengano sbloccati al più presto.

Gli studenti sono da anni ospitati nei locali privati di via Sacro Cuore, il cui contratto di locazione scadrà il 28 febbraio. “Protestiamo perché vogliamo una scuola, vogliamo un futuro – spiegano alcuni studenti – Se le cose restano come ora, da febbraio non avremo più una sede. Vogliamo sapere che fine faremo. Noi continueremo a lottare per difendere il nostro diritto allo studio”.

Presenti alla manifestazione anche diversi docenti, che hanno sposato a pieno la causa degli studenti, gli attivisti del Comitato civico Cambiamo Mugnano ed alcuni esponenti del Pd locale. Il corteo, partito da piazza Municipio, attraverserà tutto il centro cittadino fino ad arrivare alla nuova sede dell’Istituto in via Crispi.

Tra i manifestanti anche il consigliere della città metropolitana in quota PD Agostino Pentoriero: “Solidarietà e vicinanza ai ragazzi, il mio ruolo mi impone di interessarmi di questo problema. Totale disponibilità da parte mia. L’assessore al bilancio Nasti mi ha garantito che i fondi saranno sbloccati al più presto. Esprimo a nome della città metropolitana totale attenzione e comprensione”.