Tentarono di rapinare la gioielleria “Addati” di Pozzuoli, scarcerati due giuglianesi

Tentarono di rapinare la gioielleria “Addati” di Pozzuoli, scarcerati due giuglianesi

I fatti avvennero lo scorso 28 agosto. Vincenzo Pagano e Nicola Maione sono stati condotti agli arresti domiciliari. Il gip ha modificato


I fatti avvennero lo scorso 28 agosto. Vincenzo Pagano e Nicola Maione sono stati condotti agli arresti domiciliari. Il gip ha modificato la misura cautelare su istanza degli avvocati

NAPOLI – Vennero arrestati in flagranza di reato il 28 agosto di quest’anno per una rapina ai danni della gioielleria “Addati” di Pozzuoli e furono linciati dalla folla (LEGGI ). Vincenzo Pagano, difeso dall’avvocato Antonio Dell’Aquila, e Nicola Maione, difeso dall’avvocato Valteroni, entrambi di Giugliano, sono stati scarcerati e posti agli arresti domiciliari.

Il giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Napoli, Tommaso Miranda, ha modificato la misura cautelare concedendo ai due indagati una misura meno restrittiva, ritenendo che la loro personalità molto aggressiva e pericolosa avesse subito un mutamento favorevole dopo quattro mesi di carcere.

In effetti i fatti furono ritenuti particolarmente gravi anche dal Tribunale del Riesame. Ai due giovani veniva contestato anche il tentativo di omicidio per avere utilizzato durante la rapina una pistola autentica che si era inceppata nel momento in cui cercarono di sparare contro il titolare della gioielleria e contro cui i due malfattori si avventarono provocandogli una serie di ferite e lesioni varie. I due fuorono poi bloccati e aggrediti dalla gente del posto.

foto: cronacaflegrea.it