Vaccino killer, lotto incriminato distribuito anche in Campania

Vaccino killer, lotto incriminato distribuito anche in Campania

Ma l’Asl Napoli 2 Nord rassicura: “Niente panico. Non è stato confermato alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino antifluenzale


Ma l’Asl Napoli 2 Nord rassicura: “Niente panico. Non è stato confermato alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino antifluenzale e i decessi”

HINTERLAND – Fluad. Questo è il nome del vaccino antinfluenzale della Novartis che sta seminando panico in tutta Italia da diversi giorni. È già salito a 19 infatti il numero di decessi avvenuti in concomitanza temporale con la somministrazione del farmaco, a seguito dei quali l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ha disposto, a titolo cautelativo, il divieto di utilizzo per due lotti. La Campania rientra tra le dodici Regioni in cui sono state distribuite dosi di FLUAD provenienti dai lotti incriminati, ma dove, fortunatamente, non si è verificato nessun caso di morte sospetta.

Situazione sotto controllo anche nell’area nord di Napoli. Dall’ Asl 2 Napoli Nord – contattata dalla redazione de Il Meridiano News – arrivano notizie incoraggianti: “Niente panico. Non è stato confermato alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e i decessi”. Stanno arrivando, infatti, i primi risultati dei test di conformità eseguiti su campioni presi dai lotti sospetti. La Novartis ha confermato la rispondenza del vaccino a tutti gli standard produttivi e qualitativi.

L’AIFA, invece, ha reso noto nella giornata di ieri l’esito degli esami tossicologici condotti dall’Istituto Superiore di Sanità: “I risultati dei test confermano la sicurezza del vaccino antinfluenzale, escludono la presenza di endotossine e hanno mostrato che nei lotti risulta conforme l’aspetto e il contenuto in antigene del vaccino del virus dell’influenza“. Nel frattempo il Ministero della Salute ha attivato il numero 1500. A chi chima un’equipe di 14 medici è pronta a dare tutte le informazioni possibili.