Auto “ex” storiche, ripristinato il pagamento del bollo. Dalla Regione una proposta di legge

Auto “ex” storiche, ripristinato il pagamento del bollo. Dalla Regione una proposta di legge

L’esenzione è stata limitata ai veicoli di almeno 30 anni. A firmare la proposta campana i consiglieri Russo, Salvatore e Grimaldi NAPOLI –


L’esenzione è stata limitata ai veicoli di almeno 30 anni. A firmare la proposta campana i consiglieri Russo, Salvatore e Grimaldi

NAPOLI – I possessori di auto e motocicli certificati come storici avranno le idee un po’ confuse. Infatti, se fino allo scorso dicembre erano esonerati dal pagamento del bollo tutti i proprietari di veicoli di età superiore ai 20 anni, con la legge di stabilità 2015 il Governo Renzi ha stabilito che l’esenzione vale solo per auto e moto di età superiore ai 30.

Quindi, che si tratti di un vecchio catorcio o di un mezzo di ultima generazione, non fa più la differenza. Per lo meno dal punto di vista fiscale.

La Regione Campania, per ovviare alle recentissime novità che irrigidiscono il sistema che regolamenta i veicoli storici, comunica che ha già provveduto all’aggiornamento dei propri archivi. Ma non si ferma qui.

Da i consiglieri regionali Russo, Salvatore e Grimaldi, infatti, arriva una proposta di legge dal titolo “Esenzione bollo auto per i veicoli d’interesse storico o collezionistico”, per lasciare invariata la tassa di circolazione forfettaria per i veicoli più datati riconosciuti dall’ASI o dall’FMI. Lo scopo della proposta è quello di salvaguardare un patrimonio storico e allo stesso tempo tutelare migliaia di lavoratori che appartengono ad un indotto fondamentale dell’economia regionale. La proposta dei tre consiglieri è all’ordine del giorno della Commissione consiliare Bilancio e tra pochi giorni andrà in aula per l’approvazione definitiva.