Giugliano, città in festa per il Santo Patrono. Scuole e uffici chiusi

Giugliano, città in festa per il Santo Patrono. Scuole e uffici chiusi

San Giuliano fu decapitato nel 161 dall’imperatore Antonino. Le sue spoglie furono portate in città nel 1622. Tante le celebrazioni oggi per


San Giuliano fu decapitato nel 161 dall’imperatore Antonino. Le sue spoglie furono portate in città nel 1622. Tante le celebrazioni oggi per ricordarlo

GIUGLIANO – Città di Giugliano in festa per onorare il suo Santo Patrono, San Giuliano, martire cristiano, decapitato sotto l’impero di Antonino Pio il 27 gennaio 161. Si hanno tracce del suo culto presso la Chiesa d’occidente già nel II secolo.

Programma
Programma

La storia. San Giuliano era originario della Dalmazia ed è descritto dall’iconografia cristiana come un santo giovane e di bell’aspetto. I suoi resti furono rintracciati dal vescovo di Sora Girolamo Giovannelli nel lontano 1614 e furono traslati nella Chiesa del Santo Spirito. L’11 aprile del 1622 una delegazione di cittadini giuglianesi si recò dal vescovo, ottenendo alcune reliquie del santo, un osso del cranio e l’osso fucile. Queste reliquie furono così trasportate a Giugliano in una processione solenne per le vie della città. Il 15 maggio successivo, San Giuliano fu dichiarato Santo Patrono. Al Santo fu dedicata poi la cappella del Tesoro nel 1631 nella chiesa di Santa Sofia e il quadro raffigurante il martirio, opera del pittore Nicola Cacciapuoti.

Le celebrazioni. La giornata si preannuncia ricca di eventi religiosi. Alla Chiesa di Santa Sofia si succederanno varie celebrazioni nel corso della mattinata odierna. Dopo la cerimonia celebrata da Don Massimo del Prete, parroco di Sant’Anna, alle 10 sarà la volta della messa di Don Giuliano Di Girolamo, parroco di San Michele in Aversa. Alle 18 e 30, invece, la celebrazione più attesa, quella Eucaristica, con la partecipazione del Clero della forania e di tutte le congreghe, movimenti e associazioni ecclesiali della città.

Al termine delle celebrazioni è previsto lo scoppio di fuochi d’artificio, così come da tradizione. Per la giornata di oggi uffici pubblici e scuole resteranno chiuse. Tutto per dare spazio ai festeggiamenti in onore di San Giuliano Martire.