Villaricca, in biblioteca per ‘Il giorno della Memoria’, ricordando lo sterminio della shoah

Villaricca, in biblioteca per ‘Il giorno della Memoria’, ricordando lo sterminio della shoah

Oggi l’inaugurazione del “Roseto della Memoria” che l’amministrazione comunale di Villaricca ha voluto nel luogo simbolo della Memoria VILLARICCA – Alle ore 17.00 presso

@Armando Di Nardo

Oggi l’inaugurazione del “Roseto della Memoria” che l’amministrazione comunale di Villaricca ha voluto nel luogo simbolo della Memoria

VILLARICCA – Alle ore 17.00 presso la Biblioteca comunale di Villaricca,  l’iniziativa “Il Giorno della Memoria”, per ricordare lo sterminio nazi-fascista di milioni di Ebrei. Per l’occasione si terrà l’inaugurazione del “Roseto della Memoria” dedicato a Sergio De Simone e agli altri 19 bambini ebrei, trucidati dai nazisti nei sotterranei della Bullenhuser Damm di Amburgo.

Tra i presenti il fratello di Sergio, Mario De Simone. A seguire la presentazione del libro di Dova Cahan, Un Askenazita tra Romania ed Eritrea. L’occasione per ricordare uno dei momenti più cupi della storia umana, con l’eccidio di circa sei milioni di ebrei, come di persone diversamente abili,  di omosessuali, di prigionieri politici, di tutto quello che, secondo il delirio del regime non era assimilabile alla razza pura.

La commemorazione, in programma per Martedì 27 gennaio 2015, alle ore 17.00, nella Biblioteca comunale di Via Sei Martiri, sarà l’occasione per conoscere il “Roseto della Memoria” che, l’ amministrazione comunale di Villaricca ha voluto nel luogo simbolo della Memoria, la Biblioteca Comunale, il luogo più idoneo per ricordare Sergio De Simone, un bambino ebreo-napoletano di 7 anni e dialtri 19 bambini ebrei trucidati come si legge dalla lapide: Nell’infame notte tra il 19 e il 20 aprile 1945 venti bambini ebrei, già sottoposti a crudeli sevizie, venivano barbaramente impiccati nei sotterranei della scuola amburghese di Bullenhuser Damm.

A perenne memoria di: Mania Altman (polacca, anni 5); LelkaBirnbaum (polacca, anni 13); Sergio De Simone (italiano, anni 7); Surcis Goldinger (polacca, anni 11); Riwka Herszberg (polacca, anni 6); Alexander (Lexje) Hornemann (olandese, anni 10); Eduard (Edo) Hornemann (olandese, anni 12); Marek James (polacco, anni 6); W. Junglieb (jugoslavo, anni 13); Lea (o Lola)Klygerman (polacca, anni 7); Georges-André Kohn (francese, anni 13); Bluma (Blumel) Mekler (polacca, anni 11); Jacqueline Morgenstern (francese, anni 13); EduardReichenbaum (polacco, anni 10); Marek Steinbaum (polacco, anni 11); H. Wassermann(polacca, anni 6); Eleonora Witonski (polacca, anni 5); Roman (Romek) Witonski(polacco, anni 6); Roman Zeller (polacco, anni 13); Ruchla (Rachele) Zylberberg(polacca, anni 9).

L’amministrazione comunale di Villaricca questo spazio dedicò, affidando alle più giovani generazioni il compito di non renderne vano il sacrificio. Dopo l’ inaugurazione del roseto e la lettura della lapide commemorativa, si terrà la presentazione del libro di DovaCahan “Un Askenazita tra Romania ed Eritrea”. Una iniziativa organizzata dall’Assessorato alla Cultura incollaborazione con l’Associazione Rosa Bianca. Nel corso della serata interverranno: il fratello di Sergio, Mario De Simone, il Sindaco diVillaricca, avv. Francesco Gaudieri, l’Assessore alla Cultura, il Vice SindacoGiovanni Granata, il Capo settore Ufficio Cultura, dott.ssa Teresa Tommasiello e la Presidente dell’Associazione Rosa Bianca, la Sig.ra Tina Bianco. Coordinarore dell’iniziativa, il dott. Salvatore Salatiello, della Segreteria del Sindaco.  Attesa la partecipazione di tutte le istituzioni cittadine, le rappresentanze politiche ed associative e tutti i cittadini, per unirsi nella commemorazione di un Giorno che deve restare un monito, per il presente ed a futura memoria, per tutte le generazioni che verranno.