Altro scippo al Sud, l’accusa del M5S: “Soldi per Terra dei Fuochi dirottati su Expo di Milano”

Altro scippo al Sud, l’accusa del M5S: “Soldi per Terra dei Fuochi dirottati su Expo di Milano”

E’ quanto denunciano, in una nota stampa, i deputati della commissione Difesa del M5S. “Regalo indiretto alla camorra” GIUGLIANO – “Il Governo

@Armando Di Nardo

E’ quanto denunciano, in una nota stampa, i deputati della commissione Difesa del M5S. “Regalo indiretto alla camorra”

GIUGLIANO – Il Governo ha svuotato i fondi per il pattugliamento delle Forze Armate nella terra dei fuochi appena approvati nella legge di stabilità, trasferendoli ad altre operazioni di vigilanza tra le quali, principalmente, per quelle di Expo2015″. L’accusa al governo Renzi arriva direttamente dai deputati della commissione difesa del Movimento 5 stelle.

Sembra, da quanto si apprende dalla nota stampa, che l’Esecutivo abbia usato lo strumento del “Milleproroghe” per aggirare la volontà del Parlamento.

Ecco quanto si legge nel documento diffuso sul sito beppegrillo.it:

Dei 10 milioni di euro stanziati per il 2015 per la terra dei fuochi ben 9,7 milioni di euro vengono dirottati altrove. Noi non siamo contrari a che eventia rischio terrorismo come l’Expo 2015 godano del servizio di vigilanza straordinario delle nostre Forze Armate, ma chiediamo che questo non avvenga a discapito delle operazioni di contrasto della criminalità organizzata in Campania.

Per questo avevamo proposto di finanziare la nuova operazione attingendo risorse dai fondi destinati alle missioni militari internazionali, ma la nostra proposta emendativa non è stata neanche presa in considerazione.

I deputati M5S ricordano come la Commissione Difesa a larga maggioranza ha approvato una risoluzione che chiede al governo di sperimentare forme di pattugliamento della Terra dei Fuochi più moderne ed efficaci, come quelle con l’ausilio dei droni.

Con il Milleproroghe si toglie ogni riserva finanziaria per questa sperimentazione, di fatto rinviandola al 2016. Riteniamo questo un fatto grave e un regalo indiretto alla camorra”.