Giugliano, Porcaro replica a Giombini: “Non abbiamo mai chiesto l’isola pedonale permanente”

Giugliano, Porcaro replica a Giombini: “Non abbiamo mai chiesto l’isola pedonale permanente”

Il vice-presidente Coigiass risponde alle affermazioni rilasciate dal commissario ad un’emittente locale. “La cittadinanza ha dimostrato di essere con noi. Ringraziamo tutti


Il vice-presidente Coigiass risponde alle affermazioni rilasciate dal commissario ad un’emittente locale. “La cittadinanza ha dimostrato di essere con noi. Ringraziamo tutti per gli attestati di solidarietà”

GIUGLIANO – “La Coigiass non hai mai chiesto l’isola pedonale permanente, altrimenti la manifestazione del 10 febbraio sarebbe stata un controsenso e crediamo di non aver oltraggiato nessuno”. Risponde così Rosario Porcaro, vice presidente della Coigiass, all’intervento del commissario Fabio Giombini in un’intervistata rilasciata ad un’emittente locale. Il botta e risposta arriva all’indomani delle denunce per oltraggio giunte allo stesso Porcaro, al presidente dell’associazione Antonio Guarino ed al gioielliere Raffaele Pennacchio (LEGGI).

10967829_10206345322497443_630001705_nGiombini quest’oggi, nel corso dell’intervista, ha affermato infatti che l’isola pedonale era stata richiesta proprio dall’associazione. “E’ inesatto – afferma Porcaro – chiedemmo la chiusura al traffico solo nel periodo natalizio, ovvero fino al 7 gennaio, in primis perché i lavori non erano del tutto terminati e poi perché ritenevamo giusto lasciare spazio ai cittadini di godersi il nuovo Corso e gli eventi da noi organizzati. Dopo quella data, la nostra convinzione, espressa a più riprese ai commissari, è sempre stata quella di riaprire la strada o al massimo realizzare una Ztl solo in alcuni orari ed in determinati giorni”.

Dopo la diffusione della notizia immediati sono arrivati attesti di solidarietà da parte della società civile, che hanno chiesto il ritiro della denuncia, e da esponenti politici di ogni schieramento.

“Siamo rimasti stupiti da questi attestati di stima spontanei che ci sono giunti da tante persone – aggiunge Porcaro – questo sta a significare che la cittadinanza è con noi e condivide le nostre idee così come dimostrato anche dall’affluenza dell’ultima manifestazione. Questo ora credo l’abbiamo capito anche i commissari, che abbiamo sempre rispettato tenendo sempre aperto un confronto civile nel rispetto della loro autorità – conclude – così come continueremo a fare con la futura amministrazione politica. Abbiamo semplicemente fatto valere un nostro diritto ed aspettiamo di essere ricevuti di nuovo il 20 febbraio”.