Giugliano, primarie Pd l’8 marzo. Arriva l’ufficialità

Giugliano, primarie Pd l’8 marzo. Arriva l’ufficialità

Le correnti interne non hanno trovato un accordo sul nome. Entro il 21 febbraio ci saranno i candidati ufficiali e non si


Le correnti interne non hanno trovato un accordo sul nome. Entro il 21 febbraio ci saranno i candidati ufficiali e non si escludono sorprese

GIUGLIANO – La decisione finale sembra sia quella di rispettare la volontà espressa già nel mese di novembre. Il Partito Democratico giuglianese, dopo un po’ di tira e molla, sceglierà infatti il proprio candidato sindaco con le primarie dell’otto marzo. Abbandonata dunque l’ipotesi di un candidato scelto dalla base. Negli ultimi mesi pare sia stato comunque forte il pressing della corrente che fa capo a l’on. Lello Topo su di un nome che accontentasse tutti senza passare per le primarie. Alla fine, però, è mancato un accordo comune.

L’ufficialità arriva dopo la riunione di ieri sera in cui erano presenti la segreteria, il direttivo ed i membri della commissione di garanzia delle primarie ed alcuni delegati provinciali e regionali. E’ partita così la macchina organizzativa. Dal 16 al 21 febbraio gli aspiranti candidati potranno presentare le adesioni. Le votazioni si dovrebbero tenere nelle scuole della città.

I nomi sembrano essere i 4 già noti: Antonio Poziello, Giovanni Russo, Raffaele Pacilio e Nicola Pirozzi. Fonti interne danno fuori dalla corsa l’ex sindaco Francesco Taglialatela, che avrebbe tentato l’inserimento fino all’ultimo. Al momento però non si possono escludere sorprese.

Esclusa anche l’ipotesi di una coalizione di centrosinistra con il Psi che aveva invitato a “raccogliere i cittadini e non pacchetti di tessere” definendo le primarie a Giugliano “una sfida tra nani”.