Marano, stamani la cerimonia di consegna del vigneto confiscato in via Marano-Quarto

Marano, stamani la cerimonia di consegna del vigneto confiscato in via Marano-Quarto

Il bene, confiscato alla famiglia Simeoli, è stato affidato alla cooperativa sociale intitolata a Salvatore Nuvoletta MARANO – Si è tenuta stamani, nella


Il bene, confiscato alla famiglia Simeoli, è stato affidato alla cooperativa sociale intitolata a Salvatore Nuvoletta

MARANO – Si è tenuta stamani, nella sala giunta del Comune, la consegna del bene confiscato in via Marano Quarto alla cooperativa sociale intitolata a Salvatore Nuvoletta. Il bene, confiscato alla famiglia Simeoli qualche anno, è costituito da un vigneto e da un appezzamento di terreno.

“Importantissimo restituire il bene confiscato alla comunità – spiega Emanuele Nuvoletta, presidente della cooperativa sociale – Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone più svantaggiate della società, non solo i disabili ma anche le tante famiglie che versano in difficili situazioni economiche. Offriremo una manco concreta con corsi di preparazione al lavoro, così che tanti giovani non siano costretti a lasciare il nostro territorio”.

A sottolineare quanto sia importante riutilizzare i beni confiscati alla camorra è stato il primo cittadino Angelo Liccardo: “Ridare questi bene alla società rappresenta il reale fallimento dell’illegalità. Soltanto così la nostra città smetterà di essere associata alla criminalità organizzata. Riutilizzando al meglio i beni confiscati si può effettivamente debellare la sottocultura della camorra e della criminalità”.