Rapina e mancata assistenza familiare il primo, droga per il secondo: due arresti a Giugliano

Rapina e mancata assistenza familiare il primo, droga per il secondo: due arresti a Giugliano

Massimo Perrone dovrà scontare un anno e otto mesi; il nigeriano Vitus Umekanne nascondeva 33 dosi di cocaina GIUGLIANO – I carabinieri


Massimo Perrone dovrà scontare un anno e otto mesi; il nigeriano Vitus Umekanne nascondeva 33 dosi di cocaina

GIUGLIANO – I carabinieri della compagnia di Giugliano hanno arrestato il 38enne Massimo Perrone, pregiudicato residente in via Oasi Sacro Cuore, che il 31 ottobre scorso era diventato il destinatario di un ordine di custoria emesso dalla corte di appello di Bologna per reati di rapina aggravata in concorso e violazione degli obblighi di assistenza familiare commessi tra il 1998 ed il 2010 tra Napoli e Rimini. La pena stabilita è di un anno, 8 mesi e 19 giorni. Perrone è ora recluso a Poggioreale.

Sempre a Giugliano, in via Leonardo Fibonacci, ma ad opera dei carabinieri di Villaricca, le manette sono scattate ai polsi del 44enne nigeriano Vitus Umekanne. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, durante una perquisizione presso il proprio domicilio è stato trovato in possesso di 33 dosi di cocaina e di denaro contante ritenuto illecito provento dell’attività di spaccio. Anche Umekanne è stato condotto al carcere napoletano di Poggioreale.